Venerdì, 19 Gennaio, 2018

Milan: la risposta di Mirabelli alle critiche sul mercato

Mercato Milan, le ultime notizie sulle trattative di gennaio Il Milan pensa al futuro: Mirabelli in missione per Weigl
Elettra Stolfi | 12 Gennaio, 2018, 03:31

Il ds rossonero è tornato sulle scelte effettuate in estate, confermando che il tutto fu concordato col precedente tecnico: "Montella era d'accordo sul mercato, ho degli sms per confermarlo".

Il Milan ha chiuso ufficialmente il calciomercato invernale: stando alle parole che Massimiliano Mirabelli ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport, i rossoneri congelano ogni tipo di operazione - almeno quelle in entrata.

Intervistato dal quotidiano Il Giornale, il dirigente del Milan ha così parlato del calciomercato condotto in estate: "Il Milan ha speso per gli acquisti 230 milioni e ha incassato dalle cessioni 70 milioni". Non è stata una soluzione di ripiego, me ne assumo le responsabilità e sono felice di come sta lavorando. "I nomi sono quelli che stanno circolando, quello che ha le richieste più concrete è Gustavo Gomez dal Boca". Servirebbe un vice Kessie? "Oggi credo che la soluzione sia già in casa", afferma Mirabelli. Tutti considerano l'esborso complessivo, io invece invito a scorporarlo e analizzarlo - chiarisce Mirabelli -. "Il Barça li ha spesi per un solo giocatore". Non abbiamo strapagato nessuno e vi dirò di più: se, in pura teoria, domani mettessimo qualcuno dei nuovi sul mercato, andremmo a guadagnarci - aggiunge -. Per il direttore sportivo del Milan, il portiere è stato felicissimo di restare in rossonero rinnovando a cifre importanti (6 milioni di euro a stagione). "Sono lo zoccolo duro del Milan e, nonostante molti di loro non stiano rendendo in base alle aspettative, a livello patrimoniale non esiste alcun flop".

In questo momento c'è qualche giocatore in particolare su cui continua a scommettere? Mirabelli lancia un'idea su alcune novità che potrebbero aiutare il rilancio del nostro pallone: "Il calcio italiano si deve inventare qualcosa se vogliamo che non riaccada ciò che è appena successo con la Nazionale".

Altre Notizie