Venerdì, 19 Gennaio, 2018

Berlusconi su Maroni: "Non avrà ruoli politici"

Elezioni, Berlusconi: «Punto al 45% di coalizione» Berlusconi: 'Convinto che vinceremo noi'
Rufina Vignone | 12 Gennaio, 2018, 16:30

Sulla figura dell'attuale Governatore della Lombardia, Roberto Maroni, che ha annunciato che non si ricandiderà alla guida della Regione per motivi familiari, Berlusconi ha sottolineato: "E' impensabile che si possano ipotizzare per lui dei ruoli politici e tantomeno nel governo futuro". In radio il l'ex premier è più diplomatico: "Per la Lombardia stiamo valutando la proposta della Lega dell'avvocato Attilio Fontana - argomenta l'ex premier - da sindaco di Varese si è dimostrato un amministratore valido e apprezzato". "E' stato un vero e proprio colpo di Stato" ha detto il leader di Forza Italia e allora presidente del Consiglio.

"Il mio candidato premier non lo posso dire adesso ma assicuro che è un super candidato". Sulla stessa linea il segretario della Lega, Matteo Salvini: "Se lasci il tuo incarico in Regione Lombardia, che vale molto di più di tanti ministeri, evidentemente in politica non puoi più fare altro", ha detto ai microfoni di Radio 24.

Il segretario del Carroccio, però, non molla e chiede il rispetto degli accordi: la Regione Lombardia alla Lega e il Lazio a Forza Italia, dove il candidato di centrodestra contro Zingaretti dovrebbe essere l'ex missino Gasparri, mentre in Lombardia una parte degli azzurri vorrebbe puntare sulla bresciana Gelmini. Renzi ha poi lanciato la stoccata a Berlusconi, che promette di abolire riforma del lavoro. È una semplice constatazione tecnica, non un giudizio politico. E comunque il problema non si porrà.

Incalzato dalle domande di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto, Berlusconi non si sbilancia sui nomi e aggiunge: "Chi prende più voti nella coalizione esprime il leader del governo. Avremo la maggioranza noi". "Da liberista autentico dico che è evidente che il lavoro precario è meglio dell'assenza di lavoro - ha aggiunto - ma non è una buona soluzione né per l'azienda né per il lavoratore". Non l'ho voluto io il nome nel simbolo, ho accettato la decisione dei dirigenti di Forza Italia. Non è così non sono così unico, irripetibile, indispensabile. "Non mi risulta purtroppo che il presidente della Bce sia interessato ad avere un ruolo di governo", precisa.

Altre Notizie