Sabato, 21 Aprile, 2018

Rai1, il 10 gennaio seconda puntata di "Meraviglie" di Alberto Angela

Alberto Angela strega l'Italia in tv: ma la Sardegna gli L'Editoriale on Line di Francesco Pira: “Grazie Alberto Angela per l'orgoglio restituito” – VIDEO
Zaira Scannapieco | 11 Gennaio, 2018, 00:27

Sono 53, nessun paese al mondo ha avuto altrettanti riconoscimenti.

Un aiuto a scoprirli, dal divano di casa, ma nella speranza di indurci la voglia di un viaggio, ci viene da Alberto Angela che sta dedicando al tema la riuscitissima Meraviglie. Per la precisione, la Reggia di Caserta sarà la prima tappa della seconda puntata del programma di Alberto Angela che andrà in onda domani, mercoledì 10 gennaio 2018, in prima serata su Rai 1. "La costruzione della Reggia" si legge nel sito ufficiale, "ebbe inizio con la posa della prima pietra il 20 gennaio del 1752 e procedette alacremente sino al 1759, anno in cui Carlo di Borbone, morto il Re di Spagna, lasciò il regno di Napoli per raggiungere Madrid. Carlo Vanvitelli, figlio di Luigi e successivamente altri architetti, che si erano formati alla scuola del Vanvitelli, portarono a compimento nel secolo successivo questa grandiosa residenza reale".

Le Meraviglie di Alberto Angela sono inesauribili. Il nostro non solo è il patrimonio più ricco ma è anche distribuito in tutte le regioni e abbraccia tutti i periodi storici. Alberto Angela parlerà dettagliatamente anche dell'Acquedotto Carolino che faceva arrivare l'acqua che serviva al palazzo e ai giardini da circa 38 chilometri di distanza.

La seconda tappa del viaggio tra le meraviglie italiane è la regione delle Langhe piemontesi, designate dall'Unesco come "esempio eccezionale di integrazione dell'uomo con il suo ambiente naturale".

Quindi le Langhe piemontesi, tra il Castello di Grinzane Cavour e la tenuta di Fontanafredda con sullo sfondo storico le vicende del Risorgimento italiano.

Infine ad Assisi, la città umbra strettamente legata a San Francesco e a Giotto, due figure che sono all'origine della lingua e dell'arte italiana.

Oltre alla Basilica dedicata al santo con i magnifici affreschi di Giotto, Alberto Angela andrà alla scoperta di una parte della città poco conosciuta: i resti dell'Assisi romana. La bellissima Monica Bellucci, originaria di qui, racconterà che cosa ha significato per lei essere umbra e che cosa rappresentava la città di Assisi negli anni della sua adolescenza.

Altre Notizie