Sabato, 21 Aprile, 2018

Detrazioni per studenti con DSA nella Legge di bilancio 2018

Incentivi acquisto piante: come funziona il bonus verde 2018 Detrazioni fiscali, le novità nel DL n. 63/2013 aggiornato dalla Legge di Bilancio
Remigio Civitarese | 11 Gennaio, 2018, 09:29

Vediamo chi può richiederlo e come. Ecobonus singola unità: quando scende al 50% La detrazione è ridotta al 50% per le spese, sostenute dal 1º gennaio 2018 al 31 dicembre 2018, relative a: - acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi; - acquisto e posa in opera di schermature solari; - sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a biomassa e caldaie a condensazione con efficienza pari alla classe A di prodotto prevista dal Regolamento delegato (VE) N. 811/2013; - acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30mila euro.

Gli interventi per i quali sarà possibile richiedere gli incentivi acquisto piante o Bonus Verde 2018 sono la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili, e la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi.

Un altra novità riguarda gli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) che da quest'anno possono beneficiare di tutte le detrazioni per gli interventi di riqualificazione energetica (e non più solo di quelle sulle parti comuni che danno diritto a detrazioni maggiorate del 70% e del 75%). In più, c'è una nuova detrazione dell'80% (spesa massima di 136mila euro per unità immobiliare) per le misure antisismiche che portino a una riduzione di una classe di rischio, realizzate insieme alla riqualificazione energetica. Facendo un esempio, se si effettuano lavori di ristrutturazione delle aree verdi di un condominio con 10 unità abitative, si potranno spendere fino a 50mila euro, sempre considerando il limite di spesa di 5000 euro per singola unità.

L'agevolazione è fruibile a condizione che i pagamenti siano effettuati tramite strumenti idonei a consentire la tracciabilità delle operazioni ("bonifico parlante"). Anche in questo caso gli importi saranno restituiti in dieci anni con rate annue massime da 180 euro fino a 1800 euro complessivi.

I vantaggi fiscali per i condomini sono tre.

Secondo quanto previsto dal decreto sono esclusi dalla detrazione gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza inferiore alla classe A. Per ottenere la detrazione dell'80% si dovrà passare ad una classe di rischio minore, mentre per usufruire della detrazione dell'85% si dovrà ridurre il rischio di due classi.

La detrazione sarà valida per le spese sostenute nel 2018 e potrà essere fruita da coloro che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, gli immobili sui quali sono eseguiti i lavori. A meno che non si effettuino proroghe a riguardo, dal 2019, la detrazione per le ristrutturazioni edilizie ritornerà al 36% con un tetto massimo di 48mila euro per ogni unità immobiliare.

Altre Notizie