Sabato, 20 Gennaio, 2018

Abidal e il tumore: "Messi stava male a vedermi"

Barcellona Abidal rivela “Durante la malattia i miei compagni soffrivano a vedermi” Abidal e il tumore, quando Messi gli disse: "Non farti vedere, ci butti giù"
Elettra Stolfi | 11 Gennaio, 2018, 21:15

Con l'ex compagno di nazionale Olivier Dacourt - scrive SportMediaset - Abidal ha ripercorso quei mesi terribili, quando era arrivato a sembrare "un cadavere che camminava". "Feci un video prima di una gara per tentare di dare ulteriori motivazioni, dicendogli di non preoccuparsi per me, perché era come se fossi lì con loro - spiega il calciatore originario della Martinica davanti alle telecamere - Sapete cosa mi rispose Messi?". "Mi vedevano come un cadavere in piedi", ha aggiunto. Sapete cosa mi rispose Messi? Con un tweet chiarisce: "Quando ho inviato il video per incoraggiare la squadra, Leo Messi non mi ha mai detto di non mandare più cose del genere o che non voleva sapere nulla".

Contro ogni previsione torna alla piena attività agonistica ed al 70' del match tra Barcellona (che nel frattempo gli ha rinnovato il contratto fino al 2014) e Maiorca, vinta per 5-0, subentra a Gerard Piquè, per un nuovo inizio. Facevano male. E pensare che io credevo di avere un bell'aspetto e dicevo: 'Forza ragazzi'. La visita di Thierry Henry a New York? "Leo mi ha detto che non gli piaceva vedermi così, però in nessun momento ha avuto parole cattive per me", ha scritto Abidal, chiudendo di fatto il caso. Andata e ritorno, come in Champions League, lui che nel 2011 ha alzato al cielo la 'Coppa dalle grandi orecchie' da capitano dopo un'operazione al fegato servita per sconfiggere il tumore per la seconda volta. "Piansi come un bambino", dice anche Adibal, che da parte dei compagni ha ricevuto anche manifestazioni di affetto e vicinanza. "Ero contento che venisse a trovarmi, ma non avrei voluto che mi vedesse in quel modo".

Altre Notizie