Sabato, 20 Gennaio, 2018

Le presenze: giù del 50%

Clicca per ingrandire l’immagine Clicca per ingrandire l’immagine
Zaira Scannapieco | 10 Gennaio, 2018, 23:26

Questi i dati del Mercato cinematografico 2017 forniti all'Anica. Un calo generale, quindi, che però a Mantova si è sentito meno: "Nelle sale del Comune di Mantova - spiega Paolo Protti, gestore delle multisale Cinecity e Ariston - siamo scesi da 2.018.000 euro di incasso nel 2016 a 1.940.000 nel 2017, che equivale a un -3,90%". Un confronto veramente impietoso tra il 2016 e il 2017 è invece quello che riguarda le sole pellicole italiane: -44,21% le presenze, -46,35% gli incassi.

Senza Checco Zalone il cinema italiano soffre. Se da una parte era comprensibile come i risultati raggiunti due anni fa fossero difficili da ripetere nell'immediato - 65,3 milioni guadagnati nel 2016 dal solo "Quo Vado" di Checco Zalone che avevano corrisposto per il 34% degli incassi totali del cinema italiano - dall'altra il 2017 è stato, comunque, sconfortante: nessuna produzione nostrana ha superato i 10 milioni di fatturato nelle sale. Il 2017, inoltre, porta in dote un progressivo declino dei film 3D - non tanto nelle produzioni (38 in totale, +2 rispetto a 2016) quanto negli incassi (-30,3%) - un aumento dei contenuti complementari (eventi, edizioni speciali, ri-edizioni, edizioni restaurate) dove figuriamo tra i migliori in Europa (+30,7% d'incassi) e, infine, la conferma di una realtà ormai certificata: gli italiani d'estate amano vedere i film nelle piazze, nei cortili e all'aperto, ma non si recano più nelle sale cinematografiche.

Il 2017 ha fatto segnare, per i film italiani, un calo del 44% dei biglietti venduti (tradotto in 89 milioni di euro di incasso in meno) rispetto al 2016. Si tratta della prima pellicola al box office annuale con l'incasso più basso dal 2014, quando Maleficent si fermò a quota 14 milioni di euro.

Nel dettaglio, il cinema italiano ha incassato circa 89 milioni di euro in meno rispetto al 2016 per un numero di biglietti venduti inferiore di 13.3 milioni. Per trovare il primo titolo italiano occorr scendere ala nona posizione con L'Ora legale, il film con Ficarra e Picone distribuito da Medusa (1,8 milioni di presenze e 10,3 milioni di incasso), seguito da Mister Felicità, distribuito da 01 Distribution (1,7 milioni di presenze e 10,2 milioni di incasso).

A seguire tre film distribuiti da Universal: Cattivissimo me 3 (18 milioni di incasso), Cinquanta sfumature di nero (14,9 milioni di incasso) e Fast & Furious 8 (14,8 milioni di incasso).

Altre Notizie