Sabato, 21 Aprile, 2018

L'alcol provoca il tumore: scoperto il legame. Alto rischio per i giovani

Il consumo di alcol può determinare lo sviluppo di 7 tipi di cancro Alcol e tumori, provato il legame: rischio alto tra i giovani
Irmina Pasquarelli | 09 Gennaio, 2018, 14:44

"Il concetto da ribadire è meno alcol si beve e meno si rischia di sviluppare il cancro, specialmente nei ragazzi, e siccome da giovani ciò non si comprende, devono essere gli adulti a educarli", sottolinea Gianni Testino, primario di Alcologia all'ospedale San Martino di Genova e presidente nazionale della Società italiana di Alcologia.

Non è certo una novità la correlazione tra l'alcol e l'insorgenza di tumori. Dopo aver somministrato etanolo ai roditori ne hanno analizzato i cromosomi e sequenziato del DNA per verificare i possibili danni prodotti dall'alcol. I danni, secondo la ricerca pubblicata su Nature, avverrebbero soprattutto a livello delle cellule staminali del sangue e sarebbero provocati dall'acetaldeide, una sostanza che si forma nel fegato a seguito dell'ossidazione dell'etanolo. La Iarc, che a seguito dei nuovi dati ha catalogato il composto come un cancerogeno di tipo 1, ipotizza che l'acetaldeide sia in grado di modificare il ciclo riproduttivo cellulare avviando la formazione del tumore. Ma qual è la ragione per cui l'acetaldeide è in grado di indurre una trasformazione cancerogena delle cellule del nostro organismo? Una variazione che tende a ripresentarsi a tutte le generazioni successive di cellule che da esse hanno origine. L'acetaldeide provocherebbe la rottura e il cosiddetto "riarrangiamento" di porzioni di Dna all'interno di queste cellule.

A questo punto, ci sono casi in cui l'organismo ha un forte sistema di riparazione endogeno per "riparare" i danni provocati al Dna e in altri ha un sistema non del tutto efficiente (lo studio ha anche esaminato come il corpo cerchi di proteggersi dai danni causati dall'alcol e la prima linea di difesa è rappresentata da una famiglia di enzimi (l'aldeide deidrogenasi già accennato), che abbattono l'acetaldeide dannosa in acetato, che le nostre cellule possono utilizzare come fonte di energia).

La patologia più frequente per eccessivo consumo di alcol è la cirrosi epatica che, a sua volta, favorirebbe la formazione di un tumore al fegato. L'alcol può inoltre aumentare i livelli di alcuni ormoni, come gli estrogeni: ad alte concentrazioni considerati responsabili dell'aumento del rischio di ammalarsi di cancro al seno e all'ovaio.

"Il nostro studio evidenzia che se l'organismo non è in grado di elaborare efficacemente l'alcol, si può arrivare a un rischio ancora maggiore di danni provocati al Dna e quindi ad alcuni tipi di cancro - conclude Ketan Patel, professore al laboratorio di biologia molecolare dell'Università di Cambridge".

Altre Notizie