Giovedi, 19 Aprile, 2018

La bufala virale di Whatsapp che "diventa di nuovo a pagamento"

WhatsApp nuova incredibile funzione in arrivo con il nuovo aggiornamento Whatsapp diventa a pagamento a 0,89 euro nel 2018: vero o bufala con il direttore Yong Lin?
Carmela Zoppi | 09 Gennaio, 2018, 16:03

L'applicazione è infatti la più famosa, perchè permette di compiere diverse azioni come inviare messaggi, immagini e molto altro. Sono già milioni e milioni gli utenti che lo hanno ricevuto: "da sabato mattina 13 gennaio 2018 WhatsApp diventerà a pagamento", prosegue il messaggio, che si conclude con un invito a condividere per evitare appunto il pagamento. "Così risulterà che sei un utilizzatore assiduo e il tuo logo diventerà blu e resterà gratuito".

Per aggirare 'l'ostacolo' il messaggio indicherebbe il metodo da utilizzare, ciò inviare il testo ricevuto ad almeno 20 contatti nella propria rubrica.

Stiamo parlando della solita bufala che circola ogni anno sulla chat di alcuni utenti, in modo da farli preoccupare di questa eventuale situazione, e di conseguenza, farli ricorrere ai ripari.

Come al solito però, questa notizia è una delle tante bufale che circolano sull'applicazione. Se ci fosse stato un messaggio così importante, sicuramente lo avremmo letto ovunque.

Basterebbe leggere il messaggio con attenzione per rendersi conto che questo non è assolutamente un messaggio di Whatsapp e che, comunque, Whatsapp non invia catene di S. Antonio ma comunica attraverso canali ufficiali. Secondo le ultime indiscrezioni provenienti dagli USA, le note video sono state già testate nelle passate settimane e proprio nel mese di gennaio 2018 saranno disponibili nella versione beta di WhatsApp.

Nel blog ufficiale di WhatsApp non esiste alcuna notizia riguardo a tale diceria ed anche nei profili Twitter e Facebook della piattaforma, non si fa alcun riferimento alla cosa. Prima di credere dunque a qualsiasi messaggio a catena che ci viene ricevuto, bisogna informarsi al riguardo per non creare in altri utenti un'inutile allarmismo o delle aspettative basate su dichiarazioni del tutto false.

Altre Notizie