Mercoledì, 20 Giugno, 2018

Enrico Ruggeri e J-Ax seguono Fedez in Soundreef. La Siae: "Incomprensibile"

Enrico Ruggeri e J-Ax lasciano la Siae e passano a Soundreef Enrico Ruggeri e J-Ax seguono Fedez in Soundreef. La Siae: "Incomprensibile"
Zaira Scannapieco | 06 Gennaio, 2018, 05:38

Enrico Ruggeri, uno dei cantautori più noti del panorama italiano, vincitore due volte del festival di Sanremo, dove tornerà quest'anno insieme ai Decibel - band con cui portò sul palco dell'Ariston "Contessa" - ha deciso di unirsi a Soundreef dopo un incontro in cui, ha spiegato, "ho trovato entusiasmo, combattiva attitudine alla sfida e voglia di comunicare progetti, qualità che da sempre cerco nelle persone con le quali lavoro". Sarà la società di Davide D'Atri, quindi, a gestire la raccolta e gestione dei diritti d'autore a partire dal 2018, dal momento che il cambiamento è operativo dall'1 gennaio. "Le iscrizioni a Soundreef sono continuate in maniera esponenziale durante tutto il 2017 da un punto di vista quantitativo ma anche qualitativo come dimostra l'iscrizione di un grandissimo artista come Enrico Ruggeri", dichiara in proposito Francesco Danieli, amministratore delegato di Soundreef ltd. "Ringrazio la Siae per gli anni trascorsi assieme e inizio una nuova avventura, con l'intento di tutelare il diritto d'autore, importantissima battaglia culturale". Nel primo caso è stata la Soundreef ad annunciarlo; nel secondo caso è stata la Siae che, nel confermare l'addio di Ruggeri, ha aggiunto anche la notizia su J-Ax.

Il direttore della Siae, Gaetano Blandini, in merito alla decisione presa da Ruggeri e in merito all'accordo con la società di D'Atri, manifesta qualche perplessità. E poichè si tratta di persone già conosciute, può andare sul sicuro e offrire percentuali superiori alla Siae, che invece si occupa anche di esordienti il cui futuro artistico è molto incerto. La società Italiana Autori Editori definisce "di difficile comprensione" la scelta di Ruggeri, ma afferma: "Siae era e resterà la casa degli autori e degli editori e le sue porte erano e resteranno aperte per Enrico Ruggeri e per tutti gli autori, che siano o meno di successo, famosi o sconosciuti". "Siamo noi - dice Blandini - a ringraziare il Maestro Ruggeri che per tantissimi anni è stato nostro associato e che nel 2016 è stato tra i primi mille firmatari della Lettera Siae in Difesa del Diritto d'Autore".

Altre Notizie