Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Napoli, Sarri: "Abbiamo problemi in attacco"

Maurizio Sarri risponde a Luciano Spalletti: “Mi augura il 7°posto? Spero che arrivi 8°” Sarri risponde a Spalletti: "Spero che l'Inter arrivi ottava"
Elettra Stolfi | 07 Dicembre, 2017, 01:54

Se il movimento senza palla è minore, anche la circolazione palla perde qualcosa.

MANCHESTER CITY - In conclusione Sarri ha 'scagionato' Guardiola, che ha perso facilmente contro lo Shakhtar e che quindi avrebbe reso vana ai fini della qualificazione agli ottavi anche una eventuale vittoria a Rotterdam: "Il City tra tre giorni giocherà il derby di Manchester, quindi con la qualificazione già acquisita c'era sicuramente l rischio che entrasse in campo con leggerezza". "Dobbiamo - conclude il tecnico del Napoli - lavorare per risolvere questi piccoli problemi". "I problemi arrivano davanti, perché non si vedono alcuni movimenti e siamo meno pericolosi del solito".

HAMSIK: DECISIVA LA SCONFITTA IN UCRAINA - Marek Hamsik non vuole dare giustificazioni per la sconfitta: "Non siamo stati assolutamente distratti da quello che stava succedendo in Ucraina, semplicemente dovevamo fare qualcosa di più". E' da qualche partita che la grande supremazia territoriale non si trasforma in pericolosità.

ZIELINSKI IN - Per farlo Maurizio Sarri si affiderà al consueto blocco di titolarissimi, ma con qualche novità: in difesa spazio a Maggio e Hysaj sulle fasce, con Koulibaly e Chiriches al centro (in vantaggio su Albiol); a centrocampo si va verso una mediana fisica, con il trio Allan-Diawara-Hamsik favoriti per giocare dal primo minuto, con Zielinski che invece sarà avanzato in attacco come esterno alto a sinistra al posto dell'infortunato Insigne (out dopo 60 partite consecutive da titolare), per completare il tridente con Mertens e Callejon. In queste tre partite ci manca la brillantezza offensiva che ci permette di concludere l'azione. I lamenti sono continui e per gli argomenti più disparati, colori delle maglie, condizioni dei terreni di gioco, orari delle gare, fatturati. Siamo un gruppo forte: "ora siamo un po' tristi perche siamo usciti dalla Champions, ma non dobbiamo dimenticarci che abbiamo ancora il campionato, in cui stiamo facendo bene". L'amicizia che lega i due tecnici toscani sarà di certo antica e salda. Naturalmente ci dispiace per i tifosi, avremmo voluto regalargli comunque una gioia. Ma è anche da sottolineare che la sua verve polemica spesso diverte, poi come tutte le cose, quando è troppo prolungata, diventa stucchevole.

Seconda sconfitta di fila, quella di stasera in Olanda vale l'eliminazione dalla Champions League.

Altre Notizie