Lunedi, 11 Dicembre, 2017

Higuain: "Con l'Inter sarà dura I tifosi napoletani? Fantastici"

Higuain: “Le critiche sono destinate ai più forti. Fiero di aver scelto la Juventus” Juve, Higuain: "Fiero e felice di aver lasciato Napoli"
Elettra Stolfi | 07 Dicembre, 2017, 18:08

Su tutte, la rete di Napoli, valsa più dei tre punti assegnati alla Juventus: con quel gol Higuain ha infatti ancora una volta zittito i fischi assordanti del pubblico partenopeo e tolto alcune certezze alla squadra di Sarri, fino a quel momento imbattuta in campionato. C'è convinzione di poter far bene anche quest'anno. Con Icardi sarà una sfida dura, ma non siamo solo noi: si gioca in 22, più quelli che entrano dalla panchina. Ho voluto provare che su di me non si sbagliavano.

"Non è stata una decisione facile, ma ne sono fiero e felice visto che poi ho disputato una finale di Champions". Infine un passaggio sui tifosi che lo hanno fischiato: "Un fischio lo senti anche tra dieci che applaudono". "Cristiano Ronaldo ha detto una grande verità: nel calcio i nemici ti rendono migliore, non perché ti mostrano che sbagli - ha spiegato - ma perché le loro critiche sono destinate ai più forti". Meglio essere preparati mentalmente per non farsi sorprendere e buttarsi giù.

Il suo addio al Napoli è stato traumatico, ma l'argentino sarà per sempre grato a Maurizio Sarri.

Sulle critiche e lo spirito da capitano di Buffon: "Dopo una vittoria a Udine in cui rimasi a secco, Buffon mi diede i brividi: disse che incarnavo lo spirito Juve e che avrebbe chiesto ad Allegri di mostrare la mia partita per una settimana alla squadra". Le loro critiche mi hanno migliorato. Ho solo voglia di andare in Nazionale e le parole di un calciatore come lui mi danno soltanto soddisfazione. Sono diventato attaccante dopo aver fatto l'ala e trequartista?

Higuain, poi, svela un fattore chiave del suo talento: "Prima di ricevere palla so già cosa ne farò, ma si tratta di un paio di secondi che nel calcio sono fondamentali".

Altre Notizie