Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Gazzetta dello sport: "Voluntary agreement, la Uefa dirà no al Milan"

Rino Gattuso Milan, viene giù tutto: "No al voluntary agreement dall'Uefa", l'indiscrezione tremenda sui cinesi
Elettra Stolfi | 07 Dicembre, 2017, 12:31

E' La Gazzetta dello Sport stamane a rivelare che, nonostante sia per domani la riunione della commissione UEFA predisposta alla discussione del'argomento, in realtà una decisione sia già stata presa.

Sul piano pratico il no al Voluntary Agreement presuppone che il Milan sarà sottoposto a sanzioni anche in previsione di una partecipazione alle coppe europee. Dalla Uefa, per il momento, si limitano a precisare che domani si riunirà la commissione, che la decisione dovrebbe essere annunciata verso metà dicembre e che, in caso di respingimento, per il Milan ci sarebbe la possibilità nella primavera 2018 per un potenziale Settlement Agreement, una sorta di patteggiamento con sanzioni che vanno dalle multe all'esclusione dalle coppe europee, passando per limitazioni alla rosa e al mercato. Dopo i recenti risultati negativi in campionato e il conseguente esonero di Vincenzo Montella dalla carica di tecnico dei rossoneri, ecco che un'altra mazzata si prepara a scuotere l'ambiente. Noi abbiamo fornito all'Uefa una documentazione molto completa e anche in questi giorni abbiamo aggiornato con altre informazioni il dossier. Non c'è né ottimismo né pessimismo, oggi è impossibile fare previsioni. "Bisognerà capire bene quale fosse lo spirito con cui è stato ideato il Voluntary e quali sono i club che lo possono sottoscrivere". C'è la consapevolezza che stiamo attraversando un periodo di rinnovamento che è complesso. "Sto portando avanti da 6/7 mesi una negoziazione con la UEFA sfruttando un istituto creato per i club che hanno cambiato proprietà". C'è la volontà di tutti di affrontare questa annata di transizione con il massimo sforzo possibile. Vedo un allenamento a settimana ma ho capito che il mister sta cercando di cambiare mentalità ai giocatori e per questo ci vorrà tempo, cinque o sei partite. C'è fiducia di vedere presto cose positive. Abbiamo cercato di correggere gli errori, ma io sono convinto che abbiamo fatto una grande campagna acquisti.

Altre Notizie