Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Agroalimentare, Panini: Pizza Unesco, si va ai "supplementari" ma con grande fiducia

Agroalimentare, Panini: Pizza Unesco, si va ai “supplementari” ma con grande fiducia Grande attesa, la pizza può diventare patrimonio Unesco. Raggiunte due milioni di firme. Domani si decide
Zaira Scannapieco | 07 Dicembre, 2017, 09:56

Lo ha annunciato su Twitter il Ministro Martina. L'Arte del pizzaiuolo napoletano è un patrimonio di conoscenze artigianali uniche tramandato di padre in figlio, elemento identitario della cultura e del popolo partenopeo che ancora oggi opera in stretta continuità con la tradizione.

A essere premiata non è stata, dunque, soltanto la pizza, intesa come prodotto, ma l'arte dei pizzaioli che la rendono una delle specialità italiane nel mondo. "Dedico questa vittoria agli amici pizzaiuoli, alla loro arte e alla loro creatività, al loro cuore e alla loro passione, alla città di Napoli, ai napoletani, all'Italia".

"L'arte del pizzaiuolo napoletano è patrimonio culturale dell'Umanità Unesco". Il centro dei festeggiamenti all'Antica Pizzeria Brandi dove si sono messi al lavoro gli artisti Unesco della pizza, anche con esibizioni acrobatiche, e tanta gente per il ritorno della tradizione della pizza sospesa: offerta a coloro che non possono permettersi di pagarla.

"È stato raggiunto l'obiettivo di 2 milioni di firme a sostegno della candidatura dell'arte dei pizzaioli napoletani a patrimonio immateriale dell'Unesco, grazie alla mobilitazione straordinaria al Villaggio contadino della Coldiretti sul lungomare Caracciolo, Rotonda Diaz a Napoli". Così il ministero, riprendendo la sua idea, ha cominciato a lavorarci appena si è presentata l'occasione: nel 2009 è cominciato l'iter nazionale e nel 2016 il dossier è stato presentato alla Commissione ministeriale italiana per l'Unesco.

Dopo è cominciato il negoziato internazionale, in tre passaggi. "Una grande vittoria per Napoli e per la pizza napoletana", ha concluso il primo cittadino partenopeo. Le immagini con i cumuli di spazzatura alti vari metri che hanno fatto il giro del mondo. Terzo passaggio: questo ulteriore parere è stata poi trasmesso al Comitato di governo per il patrimonio culturale immateriale composto da rappresentanti di 24 stati del mondo (quello che si è riunito a Seul). "Tutto si basa su un gioco di equilibri perché questa - spiega Petrillo - è una decisione politica, che richiede grandi doti di diplomazia".

Come scegliere la pizza migliore?

Altre Notizie