Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Tre chili di cocaina dalla Calabria In due finiscono in manette

Carichi di droga dalla Calabria a Catania in manette due pregiudicati oltre 3 kg la cocaina rinvenuta. Il VIDEO Catania, due “corrieri” fermati al casello con 3 chili di cocaina
Rufina Vignone | 06 Dicembre, 2017, 18:31

Provenivano dalla Calabria e, a bordo di una Fiat Panda e di una Fiat Tipo, trasportavano oltre 3 Kg di cocaina. Ora, Mario Favazza e Francesco Cavallaro, due pregiudicati di 33 e 36 anni, sono stati arrestati dagli agenti della Polizia di Catania.

Partiti dalla Calabria destinazione Catania con tre chili di cocaina nascosti in auto.

A scoprire il suo nascondiglio sono stati gli agenti del commissariato Porta Maggiore.

La donna ha immediatamente mostrato segni di insofferenza.

Gli arresti sono stati eseguiti in seguito ad un'attività info-investigativa della Squadra mobile, sezione antidroga. La donna ha manifestato eccessiva irrequietezza, per questo i tre sono stati portati negli uffici della Mobile.

Grazie al fiuto dei cani antidroga Sky e Jagus, e con l'utilizzo di attrezzatura per carrozzeria, dentro la Fiat Tipo, che era guidata da Favazza, abilmente occultati in un incavo presente di uno due sportelli posteriori, sono stati trovati e sequestrati tre involucri, con la scritta "Moto GP", che contenevano ciascuno circa un 1 kg di cocaina. Si tratta del 33enne Mario Favazza, e del 36enne Francesco Cavallaro.

Arezzo - Nella mattinata di oggi, in Arezzo, i carabinieri del reparto operativo di Arezzo nucleo investigativo, con il supporto dei militari della compagnia di Arezzo San Giovanni Valdarno e Bibbiena e di unità cinofila del nucleo di Firenze, hanno dato esecuzione a un'ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal giudice per le indagini preliminari nei confronti di 6 persone, tutte ritenute responsabili di concorso in reato continuato di spaccio di sostanze stupefacenti che si sono aggiunti agli altri 5 soggetti arrestati in flagranza di reato.

L'arrestato, dopo le formalità di rito è stato associato presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Altre Notizie