Giovedi, 14 Dicembre, 2017

È stato sventato un piano per uccidere Theresa May

AFP  Getty Images AFP Getty Images
Rufina Vignone | 06 Dicembre, 2017, 13:08

Stavolta, però, nel mirino di un individualista ispirato verosimilmente all'Isis, c'era proprio la Premier Theresa May. L'uomo pare volesse fare esplodere un ordigno rudimentale di fronte al 10 di Downing Street, per poi cercare di accoltellare la May nel caos che ne sarebbe seguito. Parker ha riferito al Consiglio dei Ministri di almeno nove progetti di attentati terroristici significativi scongiurati da servizi di sicurezza e polizia britannica dopo l'attacco compiuto a Westminster dal Khaled Masood a marzo scorso. I servizi segreti britannici (MI5) hanno annunciato di avere sventato un progetto di attentato al primo ministro britannico. E secondo il Times viene definita "senza precedenti" la minaccia affrontata in questi mesi - nei quali peraltro diversi attacchi sono andati a segno a Londra e un attentatore suicida è riuscito a far strage alla Manchester Arena. Via via si scoprono altre falle in altri attentati compiuti nel Regno Unito, tutti ad opera di soggetti noti agli 007 inglesi.

Le autorità del Regno Unito comunicano di aver sventato un piano di attacco kamikaze, di matrice islamica, che aveva come obiettivo quello di uccidere Theresa May a Downing Street. Mentre il secondo sembra un potenziale fiancheggiatore.

I due uomini, finiti ora in carcere, sono in attesa di un'udienza davanti ai giudici per rispondere delle pesanti accuse che pendono sulle loro teste: stando a quanto ha riportato l'edizione odierna di Rainews24 Rahman sarebbe stato l'aspirante attentatore e al momento della sua cattura è stato trovato in possesso di due ordigni artigianali.

Altre Notizie