Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Arrestato a Milano capo ultrà Juve, deve scontare oltre 13 anni

Olympiacos-Juventus ultras greci aggrediscono tifosi bianconeri Arrestato per tentato omicidio Loris Grancini, capo ultrà dei Viking: 13 anni per lo juventino
Elettra Stolfi | 06 Dicembre, 2017, 17:43

Deve scontare 13 anni e 11 mesi di carcere per un cumulo di pene, dopo una serie di condanne per diversi reati, tra cui tentato omicidio.

I carabinieri del Comando provinciale di Milano hanno arrestato il 44enne pregiudicato Loris Giuliano Grancini, ritenuto un leader del gruppo ultras "Vikings" della Juventus. L'arresto è avvenuto nell'appartamento dell'uomo a Cernusco, alle porte di Milano.

Grancini, operaio 44enne, stando alla sentenza, avrebbe cercato di uccidere un tifoso avversario insieme ad un complice: il 5 ottobre del 2016, in piazza Morbegno, in zona viale Monza. Ad aprile scorso viene colpito da un Daspo di 8 anni, dopo alcune denunce per istigazione a delinquere.

Altre Notizie