Giovedi, 19 Aprile, 2018

Le mettono la casa all'asta, si taglia le vene davanti al tribunale

La casa va all'asta disabile tenta di tagliarsi le vene Sandra Pelosi, disabile, si taglia le vene in tribunale: la sua casa era all'asta per insolvenza
Rufina Vignone | 05 Dicembre, 2017, 15:33

La storia che arriva da Siena questa mattina purtroppo nasce da lontano: per l'ex imprenditrice Sandra Pelosi, che oggi in Tribunale a Siena si è tagliata le vene in segno di protesta dopo aver perso la sua casa all'asta, l'incubo della giustizia non inizia certo oggi.

Ha tentato il suicidio tagliandosi le vene al tribunale civile di Siena, nel momento in cui è giunta un'offerta di acquisto per la sua casa finita all'asta giudiziaria per l'insolvenza di un mutuo. Un incidente che le ha cambiato per sempre la sua vita e che gli avrebbe anche compromesso la capacità di lavorare e quindi a suo dire di pagare il mutuo da 500mila euro contratto con una banca per la sua attività imprenditoriale. Al momento la donna al policlinico 'Le Scotte' di Siena, fuori dal pericolo di vita.

Un calvario che dura da anni e che l'ha ridotta sulla sedia a rotelle. "Chiedo solo giustizia, invece mi hanno venduto l'unica casa di mia proprietà dove sono cresciuta e dove è morta mia mamma", spiega Sandra Pelosi al Corriere di Siena. Affetta da morbo di Crohn e malata terminale, da anni combatte anche in tribunale a Grosseto per cercare di vedersi riconosciuti quelli che ritiene essere i suoi diritti nei confronti di assicurazioni e banche.

Altre Notizie