Mercoledì, 24 Gennaio, 2018

Fondi Sardegna, Barracciu condannata a quattro anni

Francesca Barracciu, ex sottosegretaria alla cultura del governo Renzi, è stata condannata a 4 anni di carcere per peculato Fondi ai gruppi, 4 anni a Francesca Barracciu: "Me l'aspettavo, ma è una partita in tre tempi"
Rufina Vignone | 05 Dicembre, 2017, 14:02

Francesca Barracciu (Pd), ex sottosegretaria del governo di Matteo Renzi con delega alla Cultura, è stata condannata a 4 anni di reclusione per peculato aggravato nell'ambito dello scandalo sui fondi destinati ai gruppi del Consiglio regionale della Sardegna e spesi per fini non ritenuti istituzionali. La sentenza è stata pronunciata dalla seconda sezione del Tribunale di Cagliari dopo circa un'ora e mezzo di camera di consiglio. Il pubblico ministero Marco Cocco aveva chiesto per l'imputata, oggi presente in aula, 5 anni di carcere.

Una costola importante, comunque, sia per lo spessore politico dell'imputata sia per la pena inflitta: solo Silvestro Ladu, nella sua veste di capogruppo di Fortza Paris, ne ha incassata finora una più elevata (5 anni e 8 mesi in Appello per spese non giustificate pari a 280mila euro).

La Barracciu, come detto, è una fedelissima di Renzi: era coinvolta da circa due anni nell'inchiesta sulle spese pazze del consiglio regionale sardo (l'inchiesta conta 85 indagati tra sinistra e destra, una ventina già a giudizio). Ma affronterò il secondo grado con la stessa serenità potendo contare su una difesa da Nobel, rappresentata dall'avvocato Franco Luigi Satta, dopo la prima difesa che è stata a dir poco disgraziata (è il riferimento ai legali Carlo Federico Grosso e Giuseppe Macciotta). "Ora faremo appello". La sentenza riconosce l'ex consigliera regionale responsabile del reato di peculato aggravato, ma limitatamente ai fatti contestati dopo il novembre 2004, perché gli altri sono estinti per prescrizione.

Altre Notizie