Giovedi, 14 Dicembre, 2017

Codacons: vaccini contaminati, sospette 13 morti di bambini

Esposto del Codacons collega la morte di bambini ai vaccini. Il ... Codacons vs Ministero: “Mai detto che i decessi sono causati dai vaccini”
Irmina Pasquarelli | 05 Dicembre, 2017, 21:34

Inoltre, l'associazione dei consumatori annuncia che ha "deciso di querelare il quotidiano 'La Repubblica' il quale, - viene precisato - lasciandosi prendere troppo la mano dalla caccia alle 'fake news' tanto di moda in questo periodo, in un articolo pubblicato ieri sul web ha accusato il Codacons di aver creato una 'bufala', che tuttavia bufala non era affatto, essendo lo studio dei ricercatori (oggetto di esposto dell'associazione) regolarmente pubblicato". Solo nelle ultime ore però il ministero è passato alle vie legali, chiaro segno di come l'argomento sia considerato di vitale importanza.

Nel dettaglio, l'esposto fa riferimento ad uno studio alternativo, non dimostrato scientificamente, privo di peer review e non certificato dalla comunità scientifica, condotto dalla ricercatrice Antonietta M. Gatti e dal farmacologo e scienziato Stefano Montanari: "Il numero rilevante di morti, nonché di reazioni avverse gravi che stanno colpendo i bambini in questi mesi, potrebbe derivare direttamente dalla contaminazione da micro e nanoparticelle delle dosi di vaccini somministrati ai bambini". L'Associazione si riferiva ad alcuni studi che avrebbero evidenziato una contaminazione dei vaccini che, a sua volta, avrebbe portato alla morte di 13 bambini.

Il Codacons, successivamente, ha sottolineato di non avere "nessun intento di procurare allarme tra la popolazione".

A seguito delle pesanti affermazioni del Codacons - che come anticipato non sono le prime in ambito vaccinazioni - il ministero della Salute ha deciso di procedere con una denuncia presso la Procura della Repubblica di Roma, con l'accusa di procurato allarme.

"Grazie ai ricercatori Gatti e Montanari, che hanno condotto un' indagine per rilevare particelle contaminanti nei vaccini - afferma il Codacons - sono state identificate nei vaccini analizzati, ad esempio, particelle di acciaio inossidabile, acciaio inox, ma anche di tungsteno e cloruro di calcio". La denuncia è stata formalizzata solo dopo attenta verifica del contenuto dell'esposto del Codacons da parte dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).

La denuncia del Codacons di decessi correlati ai vaccini risulta "destituita di ogni fondamento e volutamente diretta a creare panico tra la popolazione", afferma il ministero della Salute Beatrice Lorenzin. Anche l'Aifa smentisce i dati contenuti nell'esposto ribadendo come non ci sarebbe alcuna relazione fra i decessi e le vaccinazioni. "Ci siamo limitati a segnalare alla magistratura i casi di morti sospette degli ultimi mesi".

Altre Notizie