Giovedi, 19 Aprile, 2018

Blitz antimafia a Palermo

Maria Di Trapani moglie dell’ergastolano Madonia “capo” di Cosa Nostra a Palermo IL VIDEO Mafia, una donna a capo del mandamento di Palermo: arrestata Maria Angela Di Trapani
Rufina Vignone | 05 Dicembre, 2017, 10:54

Venticinque gli arresti. Dopo i recenti blitz allo Zen, a Borgo Vecchio e a Santa Maria di Gesu', oltre 200 carabinieri di Palermo, supportati da due elicotteri del nono Elinucleo di Boccadifalco, da cinque unita' cinofile del Nucleo di Palermo Villagrazia, da militari del 12esimo Reggimento carabinieri Sicilia e dello Squadrone "Cacciatori Sicilia", su delega della Procura distrettuale di Palermo, hanno eseguito, nell'ambito dell'operazione "Talea" un provvedimento restrittivo a carico di 25 indagati, accusati di associazione mafiosa, estorsione consumata e tentata, danneggiamento, favoreggiamento personale, ricettazione, tutti commessi con l'aggravante del metodo e della finalita' mafiosi. L'hanno fermata i carabinieri assieme ad altre 24 persone ritenute appartenenti al suo clan e alle famiglie mafiose di San Lorenzo, Partanna-Mondello, Tommaso Natale e Pallavicino-Zen.

Le indagini hanno permesso di rivelare come Cosa nostra, per quanto depotenziata dai risultati investigativi e giudiziari, dimostri "ancora la sua perdurante capacità di avvalersi della forza di intimidazione e del vincolo associativo per costringere i commercianti ad accettare l'imposizione del pizzo".

Figlia del boss Ciccio Di Trapani, sorella di un altro capo clan, Nicola, Di Trapani era soprannominata in famiglia "a picciridda", (la piccolina, ndr). Condannata a 8 anni, ha scontato la pena. Moglie di Salvino, sfruttava i colloqui in carcere col marito e i cognati Nino e Giuseppe, entrambi capimafia ergastolani, per mantenere i contatti dei familiari col mandamento di Resuttana, guidato dai Madonia dai tempi in cui a comandare era il suocero di Mariangela, Francesco. La donna aveva ricevuto un'investitura ben precisa: riorganizzare 'cosa nostra'.

Fra gli arrestati c'è anche Mariangela Di Trapani, moglie del capomafia Salvino Madonia. Un affronto che non poteva restare impunito. "E a questo punto abbiamo dovuto prendere questa amara decisione". Di Trapani non è la prima boss in gonnella di Cosa nostra: l'ultimo caso è quello di Patrizia Messina Denaro, sorella del boss latitante Matteo Messina Denaro, arrestata nel 2013.

Altre Notizie