Domenica, 19 Novembre, 2017

MotoGP, Suppo lascia Honda e cambia vita

Livio Suppo Con due Mondiali in tasca Livio Suppo ha deciso di lasciare la Honda e le corse
Elettra Stolfi | 13 Novembre, 2017, 21:05

ADDIO HONDA Subito dopo la conquista del sesto Titolo Mondiale di Marc Marquez e alla vigilia degli imminenti test sul Ricardo Tormo di Valencia, il team Honda Repsol ha dovuto annunciare una notizia del tutto inaspettata all'intero mondo della MotoGP. Livio Suppo, che è stato "dietro" ai più grandi campioni di sempre, ha deciso di lasciare il mondo delle corse e di prendersi una pausa.

Personaggio di spicco in Ducati Corse, prima come Marketing Manager (1999-2002) e poi come Ducati MotoGP Project Leader Riders (2003-2009), nel 2010 entra a far parte della compagnia giapponese come Direttore Marketing fino al 2012, diventando poi l'anno successivo Team Principal. Quindi, un messaggio di augurio per la HRC: "Hanno due piloti fantastici, ingegneri bravissimi e sono sicuro che continueranno ad essere molto forti". "Ho voluto anticipare questa scelta nonostante avessi un altro anno di contratto". "No, per adesso ho bisogno di staccare la spina". In precedenza aveva lavorato per 11 anni in Ducati, giocando un ruolo chiave nello sbarco in MotoGP della casa di bolognese che nel 2007 centrò uno storico Mondiale con Casey Stoner. Con lui abbiamo vinto cinque titoli piloti e sei costruttori.

IL MOMENTO GIUSTO PER LASCIARE - Per Honda sarà difficile trovare adesso un sostituto:"Ho preso la mia decisione", - ha concluso Suppo - una scelta di vita dopo 22 anni trascorsi nel paddock del motomondiale. Un'esperienza infinita al servizio di molti campioni, ultimo ma solo per ordine di tempo Marc Marquez, con un palmares da fare invidia ai più. Andrò in bicicletta con gli amici e voglio dedicare più tempo a me stesso e alla mia famiglia.

La Honda perde una pedina importantissima, al momento non è stato ancora deciso chi lo sostituirà.

"NON UN PASSO FACILE" - "Non è un passo facile, ma credo sia il momento giusto per farlo, per me, la mia famiglia e per la Honda: le auguro il meglio - ha continuato Suppo -. Il mio obiettivo ora è sgomberare la mente, riposarmi e provare a fare qualcosa di diverso".

Altre Notizie