Domenica, 19 Novembre, 2017

Milan, nuovo aumento del capitale per Yonghong Li: ecco la cifra

In 21 minuti approvato dai soci il bilancio del Milan deficit di oltre 32 milioni Milan, finita l'assemblea dei soci: perdite scese a 32 mln
Elettra Stolfi | 13 Novembre, 2017, 15:39

L'assemblea è stata dichiarata sciolta dopo 21 minuti.

Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, nel corso dell'Assemblea dei Soci prevista per la giornata odierna il Milan dovrebbe mettere a referto l'immissione di dieci milioni di euro provenienti dalle casse di Yonghong Li che porterebbe così a quota quarantanove i milioni investiti per il club a fronte dei sessanta pattuiti al momento dell'acquisizione.

Perdite per 32.6 milioni di euro e niente mercato a gennaio. Già a settembre erano stati erogati poco più di 27 milioni: la somma dà dunque i 49 milioni già citati sui 60 stabiliti nell'assemblea dei soci di aprile, la prima dopo il passaggio di consegne da parte di Fininvest. L'ad del Milan ha confermato che a gennaio non arriverà nessuno, a meno che non si riveli "strettamente necessario". L'ex dirigente di Inter, Napoli e Juventus è molto fiducioso per il futuro e spera di pareggiare il bilancio nel terzo anno di gestione, cioè nel 2019-2020, anno in cui tra l'altro sarà possibile una quotazione in borsa. Al termine della riunione Marco Fassone ha risposto ad alcune domande dei piccoli azionisti. L'ad ha ammesso che la rincorsa Champions è complicata non solo dalla partenza deludente della squadra rossonera, ma anche dal ritmo impresso dai concorrenti: "Serviranno più dei 71-72 punti preventivati", ha detto Fassone. La preferenza resta San Siro, che anche i nerazzurri continuano però a volere: nel frattempo si stanno valutando altre aree dove poter costruire. Ma nonostante questo, Fassone ha detto ai piccoli azionisti che la gestione ordinaria è in miglioramento soprattutto per quanto riguarda la questione dei ricavi grazie agli incassi dello stadio e gli introiti dalla UEFA per l'Europa League. Dal Milan trapela "soddisfazione" per il piano presentato pur con la consapevolezza che "si tratta del primo caso" e che "la decisione potrebbe non essere soltanto economica".

Altre Notizie