Domenica, 19 Novembre, 2017

Esteri - Puigdemont:su Catalogna c'è alternativa

Catalogna, Puigdemont: Catalogna, Puigdemont: c'è un alternativa all'indipendenza
Rufina Vignone | 13 Novembre, 2017, 17:19

Ponsati ha aggiunto che l'esecutivo catalano non si aspettava una risposta "tanto contundente e autoritaria" di Madrid: "è stata una risposta di guerra". "Sono disposto e sono sempre stato disposto ad accettare la realtà di un altro tipo di relazione con la Spagna", ha affermato, prima di precisare di essere pronto a trovare una soluzione alternativa all'indipendenza che, a suo giudizio, "è ancora possibile!", esclama.

Proprio questa settimana, il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha esortato tutte le nazioni i a lottare contro le tendenze separatiste in Europa, apparentemente con riferimento a Scozia, Lombardia, Venezia e altre regioni del continente che hanno espresso forti ambizioni di autodeterminazione. Non possiamo stare con le braccia incrociate perché è giunto il momento di fare quello che dobbiamo fare. Le sue parole appaiono in un'intervista al quotidiano belga Le Soir.

"Essere trattato come un criminale, un trafficante di droga, un pedofilo o un serial killer: questo è un abuso": così il presidente deposto della Catalogna Carles Puigdemont in un'intervista a Sky News da Bruxelles ripresa dalla stampa catalana. Puigdemont vuole "sedersi intorno a un tavolo" ovvero vuole un negoziato con Madrid.

Altre Notizie