Domenica, 19 Novembre, 2017

Cori a corteo Ostia,"tutti contro mafia"

La manifestazione'Uniti per la legalita contro la criminalita ad Ostia Aggressione ai giornalisti, iniziato l'interrogatorio di Spada
Irmina Pasquarelli | 13 Novembre, 2017, 13:26

Si è tenuto a Ostia il corteo "contro le mafie e contro le violenze fasciste" indetto da don Franco De Donno, candidato per la sinistra di laboratorio X, e subito rilanciato da Virginia Raggi.

"Quella testata è stata data perché sono stato provocato dal giornalista" è invece la spudorata replica dello Spada, fornita al gip nel corso dell'interrogatorio di convalida del fermo richiesto dalla procura. C'è chi alla fine si è inserito, chi lo ha tifato dai marciapiedi, chi infine lo ha disertato convinto che tanto non sarà utile.

La sindaca oggi, ribadendo che partecipava "cittadina tra i cittadini" non è voluta scendere in polemica: "La lotta alla criminalità unisce tutti. Era importante venire qui, far sentire la nostra presenza". Nel ribadire il carcere il giudice riconosce che Spada ha compiuto quel gesto in modo plateale ed evocativo anche di un disprezzo per lo Stato. Gli spettatori del corteo anti-mafia che sfilava per il centro di Ostia, lo osservavano con un misto di speranza e disillusione. Il Pd ha scelto di non partecipare, ma non mancano suoi esponenti, a partire dal sindaco della vicina Fiumicino Esterino Montino. E ci siamo costituiti parte civile in tutti i processi contro i clan Spada, Triassi e Fasciani. "Siamo qui tra i cittadini, questa è una bella risposta". L'aggressore avrebbe motivato il comportamento violento, spiegando che si era "sentito provocato" dal giornalista. Il gip ha deciso di prendersi qualche giorno prima di rendere nota la pena per Spada, che potrebbe confermare il carcere. "È una manifestazione aperta a tutti", ha detto ancora la Raggi. Siamo oggi in questa piazza in rappresentanza della Regione Lazio come saremo presenti il 16 novembre sempre a Ostia alla manifestazione convocata da Libera e Fnsi. "Non voglio fare polemiche io parteciperò anche alla manifestazione di giovedì". Serve un programma serio di rilancio e di controllo, proponiamo una stazione dei Carabinieri in zona Ostia Nuova, la riapertura del Tribunale, del COL, presenteremo di nuovo una interrogazione parlamentare per il potenziamento del Commissariato Lido, chiediamo anche l'apertura di un centro di aggregazione giovanile. "Se gli organizzatori cambiano idea e vogliono andare avanti, noi siamo pronti". Ma noi ad Ostia ci stiamo non solo oggi, ma da 5 anni, con fatti concreti.

Altre Notizie