Sabato, 18 Novembre, 2017

ONTV: Sandro Pochesci sulla Nazionale: "Il calcio italiano è finito"

Pochesci Ternana Getty Images
Elettra Stolfi | 11 Novembre, 2017, 20:03

Servirà però attaccare in maniera intelligente, perchè hanno un modulo molto elastico che può anche cambiare a gara in corso e hanno un grande allenatore. "Abbiamo perso tutti, se andiamo fuori dal Mondiale perdiamo tutti".

Per la paura... Quando c'è paura che succede, che ti fai? Intervenuto in romanesco sulla sconfitta dell'Italia, Pochesci ha attaccato duramente gli Azzurri: "Noi non siamo come l'Italia, che è andata in Svezia a farsi menare". Sappiamo delle difficoltà che abbiamo, non serve che ce lo ricordi lo scienziato di turno sul giornalino della parrocchia. Non dobbiamo nascondere nulla, staff, giocatori e società sono tutti i giorni qui a lavorare ma cercare dei capri espiatori non fa parte della nostra filosofia. "Se volete andare in campo voi, andate a Coverciano". "Con la Svezia avrebbe vinto una squadra di Lega Pro, proprio una squadra di pariolini".

Usciamo anche da questo Mondiale, per paura! Se non andiamo al Mondiale ci rimettiamo tutti, dai giornalisti agli addetti ai lavori. Le primavere sono fatte tutte da stranieri, basta. Il calcio è fatto dagli italiani, questo è il campionato italiano.

Una squadra in crescita, ma che ancora non sa gestire le partite. In settimana finalmente è stato realizzato il nuovo minicampo di allenamento davanti alla Curva Nord e questo ha consentito di provare situazioni specifiche. "Per me è più avvantaggiato un difensore che si trova la palla frontale, che uno che corre al'indietro contro un attaccante che corre frontale".

Le ultime. Squadra per 10/11 uguale a quella del Cittadella.

Pochesci-show. Come sempre, come in ogni conferenza stampa. Un'invettiva a 360°. Che sia pronto per la panchina da ct?

1 Plizzari; 4 Valjent, 26 Gasparetto, 5 Signorini, 3 Favalli; 25 Defendi, 23 Paolucci, 6 Angiulli; 16 Tremolada, 20 Carretta, 32 Montalto.

Altre Notizie