Martedì, 24 Ottobre, 2017

Speciale difesa: Dl Fisco, da rottamazione cartelle a missioni all'estero

Manovra, verso ok a decreto fiscale con rottamazione bis cartelle Decreto fiscale, arriva la rottamazione bis delle cartelle
Remigio Civitarese | 13 Ottobre, 2017, 18:20

È quella che dovrebbe arrivare oggi con il via libera del Consiglio dei ministri al decreto fiscale collegato alla manovra di bilancio. Torna, dunque, la rottamazione per le cartelle. Proprio sul versante giovani, il ministro dei beni culturali Dario Franceschini ha assicurato che l'esecutivo è al lavoro per confermare anche per il 2018 il bonus cultura da 500 euro per i neo18enni, una misura da 290 milioni di euro che si vorrebbe rendere stabile. Ma nel decreto fiscale, a quanto si apprende da fonti di governo, e' stata inserita una norma anti-scalate.

Sono tre le fasi della rottamazione-bis delle cartelle, con un ampliamento della platea dei beneficiari. Con la prima si apre alla possibilità di aderire a una rottamazione bis, per tutti i ruoli fiscali e contributivi pendenti dal primo gennaio al 30 settembre 2017: il pagamento di queste cartelle potrà avvenire in massimo cinque rate da pagare a luglio, settembre, ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019, con le domande che andranno presentate entro il 15 maggio 2018.

In Cdm non si e' parlato di Golden Power e se ne parlera' a una prossima riunione.

La seconda fase prevede una riapertura dei termini per pagare le rate per chi ha aderito alla rottamazione ma ha saltato le rate estive: la scadenza per le rate di luglio e settembre viene spostata al 30 novembre 2017.

- MISSIONI. Vengono rifinanziate le missioni internazionali all'estero e individuate di nuove risorse per il piano di assunzioni straordinarie delle forze di polizia.

- FONDO IMPRESE SUD: Al fine di sostenere il tessuto economico-produttivo di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, e' istituito un Fondo, denominato 'Fondo imprese Sud' a sostegno della crescita dimensionale delle piccole e medie imprese. Tra le misure previste nella bozza del provvedimento, di cui "Agenzia Nova" è in possesso, figurano: il rifinanziamento del Fondo sociale per l'occupazione e la formazione, che finanzia - tra gli altri - gli ammortizzatori sociali in deroga.

Infine, il decreto prevede nuove risorse per la bonifica e il rilancio di Bagnoli con 164 milioni di euro per il 2017 e altri tre milioni per la rigenerazione urbana di Matera. I versamenti vanno effettuati entro il 16 ottobre 2018.

- OSPEDALI: Arrivano 32,5 milioni di risorse: 9 mln al Bambino Gesu'; 11 mln alla Fondazione Irccs Santa Lucia; 12,5 mln al Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica.

Altre Notizie