Martedì, 24 Ottobre, 2017

Qualificazioni Mondiali, Panama segna un gol fantasma ed elimina gli Stati Uniti

Candreva Playoff Russia 2018, sorteggi: quando, dove e secondo quali modalità
Elettra Stolfi | 13 Ottobre, 2017, 10:22

Negli ultimi giorni la Nazionale italiana di calcio ha visto comporsi lentamente il quadro che porta ai playoff di qualificazione ai Mondiali: sabato gli Azzurri hanno avuto la certezza matematica di poterli disputare, lunedì, battendo l'Albania, hanno avuto la sicurezza di essere tra le teste di serie in fase di sorteggio, tra lunedì e ieri hanno conosciuto i nomi delle quattro Nazionali tra le quali uscirà l'ultimo avversario sulla via della rassegna di Russia 2018. Nove di queste le conosciamo già, si tratta delle vincitrici dei gironi eliminatori: la Francia, il Portogallo, la Germania, la Serbia, la Polonia, l'Inghilterra, la Spagna, il Belgio, l'Islanda. Potrà dunque affrontare una tra Svezia, Irlanda, Irlanda del Nord e Grecia, che sono finite in seconda fascia. Restano ancora da assegnare 9 pass (4 con i playoff europei, 2 con gli spareggi intercontinentali, 3 per quanto riguarda i gironi africani): la prima metà di novembre sarà decisiva per definire ufficialmente quali saranno le 32 squadre che si daranno battaglia per il titolo iridato dal 14 giugno al 16 luglio.

Per i Mondiali di Russia 2018 è ormai cominciato il countdown. Sono attualmente 23 le squadre qualificate per la Russia, mentre le altre nove saranno decise nel prossimo mese.

Prima degli esclusi, invece, tra le nazionali europee, la Slovacchia di Marek Hamsik, che se è detto profondamente deluso, soprattutto a causa di "un regolamento assurdo". Nel gruppo C l'11 novembre si giocherà Costa d'Avorio-Marocco, scontro diretto che vale il Mondiale.

In terza fascia, invece, gli spauracchi sono due: Croazia ed Islanda. L'Albiceleste approfitta della sconfitta del Cile contro il Brasile già da marzo certo dei Mondiali e si qualifica direttamente al terzo posto con 28 punti, mentre la Roja viene clamorosamente eliminata, così come il Paraguay, che se avesse vinto contro il Venezuela, visti gli altri risultati, si sarebbe piazzato tra le prime cinque.

Altre Notizie