Martedì, 24 Ottobre, 2017

Pallone d'oro, Dries Mertens: il falso nove più azzeccato di sempre

“Dzeko vs Mertens, chi scegli?”: Ciccio Graziani non ha dubbi Graziani: Il Napoli è messo male in panchina. Vi dico chi preferisco Tra Dzeko e Mertens
Elettra Stolfi | 12 Ottobre, 2017, 18:35

Mai scelta fu più azzeccata: con lo spostamento di Trilly a "falso nove" - ormai di falso non ha praticamente nulla - i partenopei sono riusciti a generare una quantità di goal - miglior attacco del campionato 2016/17 con 94 centri - e azioni incredibili; lo stesso Mertens è stato capace di segnare ben 28 goal, arrivando distante una sola lunghezza da Edin Dzeko, capocannoniere della passata Serie A. A me fa piacere, ma ho tanto rispetto: Maradona è una leggenda e ha fatto la storia del pallone, il mio livello è un altro. "Io sono Dries: voglio restare con i piedi per terra ed aiutare la squadra" chiude l'attaccante candidato nei 30 per il Pallone d'Oro. Si possono fare paragoni con le reti, ma non con i giocatori. La città? Adoro vivere a Napoli, girare per le strade, conoscere gente nuova. Amo il mare, il clima, amo tutto.

Il Napoli al momento è primo in classifica e precede Juve di appena due punti, che occupa la seconda posizione con 19 punti, con l'Inter: "Sono concentrato solo sul Napoli, dobbiamo pensare a noi stessi e dare tutto senza guardare gli altri. La Juventus non è l'unica squadra da battere". MILIK E SCUDETTO – Mertens ha parlato anche dellattaccante polacco, infortunatosi al crociato e della lotta scudetto: “Sfortunatissimo, tifiamo per lui. La Roma è forte e fa sempre grandi partite. Quando venivo schierato da esterno offensivo ricevevo consensi anche solo per un assist. "Nainggolan, belga come me, è un grande giocatore che fa la differenza".

Altre Notizie