Martedì, 24 Ottobre, 2017

Gli Stati Uniti si ritirano dall'Unesco. La direttrice dell'agenzia Onu: "Grande perdita"

La sede dell'Unesco in una EPA +CLICCA PER INGRANDIRE
Rufina Vignone | 12 Ottobre, 2017, 17:51

La decisione entrerà in vigore il 31 dicembre 2018, prosegue il dipartimento di Stato, aggiungendo che gli Usa intendono diventare poi un osservatore permanente della missione per "contribuire alle visioni, prospettive e competenze americane su alcune delle importanti questioni affrontate dall'organizzazione inclusa la tutela del patrimonio dell'umanità, la difesa della libertà di stampa e la promozione della collaborazione scientifica e dell'educazione".

È dal 2011, quando la Palestina divenne membro dell'organizzazione dell'Onu, che gli Stati Uniti hanno smesso di finanziarla pur mantenendo un ufficio nel quartier generale di Parigi e un'influenza dietro le quinte sulle sue politiche. Questa la risposta dela direttrice: "Mi rammarico profondamente per la decisione degli Stati Uniti di ritirarsi dall'Unesco, di cui ho ricevuto notifica ufficiale con una lettera del segretario di Stato americano, Rex Tillerson", si legge in un comunicato.

Il Dipartimento di Stato statunitense ha annunciato oggi la decisione di uscire dall'UNESCO, l'agenzia dell'ONU con sede a Parigi che si occupa di "promuovere la pace tra le nazioni" attraverso la scienza e la cultura.

Gli Stati Uniti lasciano l'Unesco. Sei anni fa Washington ha deciso di tagliare oltre 80 milioni di dollari all'anno per l'agenzia, circa il 22% dell'intero budget dell'Unesco, proprio in seguito alla decisione di far entrare la Palestina nell'organizzazione. Già nel 1984 gli Stati Uniti si erano ritirati dall'organizzazione su decisione del presidente Ronald Reagan, che aveva accusato l'UNESCO di essere corrotto e schierato con l'Unione Sovietica. "E'una perdita per la famiglia delle Nazioni Unite e per il multilateralismo -scrive- continueremo a lavorare per un secolo più giusto, pacifico ed equo e ci serve l'impegno di tutti gli stati".

Altre Notizie