Четверг, 14 Декабря, 2017

Asia Argento shock: "Anch'io ho subito violenza da Harvey Weinstein"

20171010_215558_F4016CA8 Asia Argento accusa Weinstein di stupro
Zaira Scannapieco | 12 Октября, 2017, 15:18

"Sono delusa, triste", ha scritto su twitter la 42enne.

Si allunga la lista delle attrici che accusano Harvey Weinstein di molestie e violenza sessuale.

Asia Argento sarebbe tra le vittime, l'ha dichiarato la stessa attrice in un'intervista del New Yorker.

Angelina Jolie invece si ritrovò in una situazione simile quando, nel 1998 durante la distribuzione del film "Scherzi del cuore", rifiutò delle avances di Weinstein in una stanza d'albergo: "ho avuto una brutta esperienza con Harvey Weinstein in gioventù e, come risultato, ho scelto di non lavorare più con lui, mettendo in guardia le altre quando lo facevano". Ed era proprio per paura che Asia non aveva mai denunciato nulla, nonostante siano passati gli anni, per lei è ancora una ferita aperta e sanguinante. Arrivata nell'hotel dell'appuntamento - il Du Cap Eden Roc - avrebbe scoperto che in realtà non c'era alcun party.

Argento ricorda quindi di aver poi frequentato per anni il produttore, avendo con lui anche rapporti consensuali: "Sembrava ossessionato da me, mi faceva molti regali costosi". Meno legittimo. Ad occhio, sono abusi un po' troppo prolungati e pianificati per potersi chiamare tali. "Che potesse rovinare la mia carriera", ha spiegato la Argento, che si è unita al coro di denunce piovute da varie attrici di Hollywood, fra cui Angelina Jolie e Gwyneth Paltrow, contro Weinstein. Nessuno ti giudica, Asia Argento.

Negli ultimi giorni, sono emersi altri nomi di attrici che, in gioventù, sono cadute fra le grinfie di Harvey Weinstein. "Dici bene - ribatte Asia - le tue erano proposte NON forzate".

Ogni volta che lo vede Asia Argento ricorda quei momenti e prova vergogna. "No cara non ci credo non ne avevi bisogno hai talento per poter rifiutare", prosegue l'attivista.

E qui entra in gioco Scarlet Diva, la pellicola del 2000 di cui lei era anche regista e che racconta di una violenza subita: "Il film, girato un anno e mezzo dopo la violenza sessuale denunciava il trauma che ho vissuto nei minimi dettagli", ma Luxuria non ci sta "Io non avrei mai accettato di farmi produrre dal mio aguzzino".

Un dramma, per Asia, condiviso da molte donne, che in queste ore non hanno più paura e che stanno cercando il coraggio per denunciare finalmente gli abusi di Weinstein.

La delusione di Asia Argento nel leggere le accuse nei suoi confronti è tanta.

Altre Notizie