Domenica, 22 Ottobre, 2017

Pisa, muore per choc anafilattico durante la tac: aperta un'indagine

Napoli. Muore un 50 enne durante una tac Tac effettuata in ritardo: muore un medico di 50 anni
Irmina Pasquarelli | 06 Ottobre, 2017, 10:52

E' stata aperta una inchiesta sulla morte di un medico odontoiatra di 50 anni, avvenuta per arresto cardiaco durante una tac eseguita presso l'Ospedale del Mare.

Tutto è cominciato, racconta Il Corriere del Mezzogiorno, nella notte tra domenica e lunedì, quando l'uomo, in preda a dolori lancinanti all'addome, viene portato al Pronto Soccorso. Per oltre un'ora i medici hanno tentato di portare in vita l'uomo, ma il cuore però purtroppo ha smesso di battere e non ha più ripreso e soltanto dopo un'ora i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso e avvisare i parenti che si sono precipitati immediatamente in ospedale.

"Dalle relazioni che mi sono state fornite già nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, non ci sarebbero gli elementi per avviare un'indagine". Tardiva l'effettuazione della Tac all'ospedale di Napoli est il punto principale su cui s'incentra la denuncia dei familiari. Adesso sul caso indaga la procura, che ha disposto il sequestro della salma e della cartella clinica del paziente. Da quanto emerso, non era la prima volta che l'uomo, che aveva subito un intervento a un rene, si sottoponeva a questo esame diagnostico che doveva essere un controllo periodico all'interno del percorso di follow-up dopo la terapia oncologica.

Presunto caso di malasanità all'Ospedale del Mare di Napoli. A raccontare i frangenti è la denuncia presentata dalla moglie del paziente. Nelle ore successive il progressivo peggioramento delle condizioni dell'uomo, altri esami.

Altre Notizie