Вторник, 12 Декабря, 2017

Malaria, 4 casi a Taranto dimensione font +

Malaria stanno meglio i braccianti a Taranto Quattro braccianti stranieri ricoverati a Taranto per malaria
Irmina Pasquarelli | 04 Октября, 2017, 08:52

La malaria è una malattia debellata in Italia. I quattro migranti avevano manifestato i sintomi della malattia qualche giorno fa, ma solo oggi, dopo alcune analisi effettuate in collaborazione con il Policlinico di bari, si è avuta la conferma che si tratta di malaria. nel mese di agosto era morta una bimba di Trento a causa della malaria: anche in quel caso è stato ipotizzato che la malattia è stata contratta in Italia, forse all'interno dell'ospedale in cui la piccola era stata ricoverata per altre ragioni. Mentre la Asl di Taranto precisa che "la situazione è pienamente sotto controllo e non desta alcuna preoccupazione né dal punto di vista sanitario né da quello sociale", qualcuno invece inizia a preoccuparsi per l'aumento dei casi - in particolare se questi sono da malattia contratta nel nostro Paese.

Taranto. Puglia. I 4 agricoltori stranieri hanno la malaria.

I quattro uomini ricoverati hanno 21 e i 37 anni, e sono da anni residenti in Italia nelle campagne di Ginosa nella zona Pantano e lavorano come braccianti agricoli. "Attualmente tre dei quattro pazienti sono pienamente fuori pericolo, mentre uno è sfebbrato ma necessita ancora di terapia di supporto". "Ma non c'è motivo di allarme", sottolinea Rezza. "Il sospetto è che in qualche circostanza particolare possa avvenire comunque una trasmissione", conclude Rezza. Inoltre siamo vicini alla stagione fredda.

Nei giorni scorsi sono stati ricoverati presso il Reparto Malattie Infettive dell'Ospedale "San Giuseppe Moscati" di Taranto quattro pazienti ai quali è stata diagnosticata la Malaria da Plasmodium falciparum. Le nostre anofele "erano in grado di trasmettere il P. falciparum 'italiano', mentre la competenza per la trasmissione di quello africano è molto più bassa". "Ne consegue, quindi, che hanno contratto la malattia qui" è l'affermazione del dirigente, riportata dal Corriere della Sera.

Altre Notizie