Lunedi, 11 Dicembre, 2017

Suso: "Inter, Roma, Napoli mi volevano, ma voglio il Milan…"

Due rigori tolgono le castagne dal fuoco al Milan il primo lo trasforma Rodriguez il secondo Kessié. E la Spal è battuta con il minimo indispensabile Suso: «Mi volevano in tanti, la mia risposta? Solo Milan»
Irmina Pasquarelli | 23 Settembre, 2017, 23:10

Vero, ma io sto benissimo al Milan e Montella è molto bravo. Da noi siamo più elastici, invece qui o fai l'esterno o fai la seconda punta. Mi sento più libero come esterno destro, ma faccio quello che mi viene chiesto e credo di poter essere utile anche come seconda punta. Nelle parole del giocatore c'è la ferma volontà di voler restare in rossonero, volontà confermata dalla società che ha rifiutato sistematicamente ogni offerta giunta per l'attaccante spagnolo. Tornare in Spagna? Beh, se ti chiamano Real e Barcellona fai molta fatica a dire di no! Dove possiamo arrivare con questo Milan? Un'esperienza unica: "Quando entrando nello spogliatoio e vedi tanti campioni, capisci che è già tanto stare con loro". Se sei a casa e in tv c'è la Juventus o qualsiasi altra squadra tu cosa guardi? Rispondevo: 'Ottimo, è quello che desidero pure io'. Certe cose non le prevedi mica. Due mesi dopo, le riferii che mi aveva preso il Liverpool...

Il ricordo più bello da "non-famoso": "A 14 anni chiesi alla professoressa di spostarmi un esame perché avevo una partita". La fissazione per il fantacalcio. Il calciatore diventato ormai idolo della San Siro milanista ha parlato anche del 'Fantacalcio', un gioco al quale la maggior parte degli appassionati di calcio s'iscrive e segue settimana dopo settimana studiando formazioni e vari cambi nella propria rosa: "Non vi importa se una squadra vinca o perda: vi importa che io segni. Siete un po' strani, eh".

Altre Notizie