Venerdì, 22 Settembre, 2017

Telecom Italia, Consob: quota Vivendi è "partecipazione di controllo di fatto"

Pronta notifica Vivendi su influenza Tim Mediaset a picco in Borsa (-4,98%), titolo scende sotto 3 euro
Remigio Civitarese | 14 Settembre, 2017, 00:06

"Noi", sostengono a Vivendi, "abbiamo semplicemente la direzione e il controllo di Telecom Italia".

L'AgCom vigilerà sull'impegno che Vivendi si è presa in carico, e lo farà anche per accertarsi che l'azienda francese rispetti il termine ultimo di aprile per rimuovere questa sua attuale posizione in contrasto con le norme. Vivendi potrà godere di eventuali dividendi, mentre il gestore potrà decidere se partecipare o meno alle assemblee di Mediaset, potrà esercitare i diritti di voto "solo al fine di proteggerne il valore e la commerciabilità" della quota e sarà obbligato a non votare eventuali liste che potrebbero venir presentate da Vivendi come azionista con meno del 10% del Biscione.

E' già sera quando Tim replica, affermando di aver ricevuto "un provvedimento con cui la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa dichiara di ritenere che il socio di riferimento Vivendi S.A. (allo stato detentore del 23,94% del capitale ordinario, ed esercitante attività di direzione e coordinamento sulla Società) "eserciti il controllo di fatto su TIM ai sensi dell'art". Gli analisti della banca australiana hanno giustificato il drastico cambio di opinione su Mediaset spiegando che la precedente valutazione era basata sull'ipotesi di lancio di OPA da parte di Vivendi, ipotesi che ora sembra allontanarsi a causa degli ostacoli posti dalla regolamentazione italiana. La società, preso atto dell'evolversi dei fatti, metterà in campo "tutte le azioni legali a propria disposizione, certa della correttezza dei propri comportamenti e della solidità delle proprie argomentazioni". Molto bene invece il gruppo francese a Parigi: su un report positivo di Ubs ha chiuso in rialzo del 2,7% ai massimi da quasi due anni.

Altre Notizie