Sabato, 18 Novembre, 2017

Vertenza Ginori, sciopero e presidio davanti le banche

Richard Ginori: sciopero, presidio e appello a ministero e banche Richard Ginori: Rossi contatta Calenda per sbloccare terreno
Zaira Scannapieco | 13 Settembre, 2017, 22:14

"Il dietrofront delle banche rispetto agli accordi rischia di mettere in discussione il futuro dello stabilimento". Domani, mercoledì 13 settembre, è inoltre previsto un incontro dei sindacati con il presidente della Regione Enrico Rossi, alle 11:30 nella sede della Regione in piazza Duomo a Firenze.

Il governatore ha annunciato di voler verificare se, per sbloccare vicende come questa, con la gestione di crediti inesigibili da parte di soggetti terzi, sia possibile avere una maggior attenzione legislativa su scala nazionale.

Il settembre dei lavoratori della Richard Ginori si fa sempre più caldo: riuniti in assemblea hanno deciso di passare allo sciopero per chiedere che si proceda finalmente alla cessione del terreno su cui sorge la fabbrica di Sesto Fiorentino. Alle banche, conclude il primo cittadino, "lanciamo un appello alla ragionevolezza, dopo anni in cui la mancanza di ragionevolezza del loro management e' stata fatta pagare a caro prezzo alla collettivita'". Poi i dipendenti si sposteranno in pullman a Firenze dove dalle 10 alle 12 faranno presidi davanti alle banche con l'obiettivo di "ribadire con forza la richiesta agli istituti di credito di chiudere la trattativa per la cessione dei terreni senza speculare sulla pelle dei lavoratori".

Altre Notizie