Domenica, 24 Settembre, 2017

Sete di informazioni su vaccini e asilo, domani la scadenza

Shock a Catania: bimbo sviene dopo vaccino e tutti lo credono morto Sete di informazioni su vaccini e asilo, domani la scadenza
Irmina Pasquarelli | 13 Settembre, 2017, 11:21

I dati, forniti dalla Regione Campania, sono l'effetto della nuova legge sull'obbligatorietà dei vaccini per poter frequentare la scuola e tengono conto di tutte le vaccinazioni nel complesso.

Dopo aver emanato il 16 agosto due distinte circolari con le prime indicazioni operative, i ministeri della Salute e dell'Istruzione hanno poi concordato un'unica circolare il 1° settembre 2017, con lo scopo di "agevolare le famiglie nell'adempimento degli obblighi vaccinali". Bisognerà vedere se la famiglia no-vax deciuderanno di adottare la linea dura oppure accogliere l'invito del vicesindaco Scavuzzo e cercare un compromesso.

Fedeli ha precisato che la vicenda "si poteva affrontare quel momento di confronto con più attenzione ai bambini. La definirei sciatteria intellettuale - ha aggiunto - nel senso che non si è data la dovuta importanza alla scadenza fissata per lunedì". E' chiaro che un bambino possa avere un piccolo fastidio dopo il vaccino a causa degli eccipienti, ma il beneficio è straordinario. Allo scadere di 30 giorni dal ricevimento di queste, se non ci sarà la prenotazione per le vaccinazioni, scatteranno le procedure di allontanamento dei bambini "non conformi" da scuola. Sono infatti circa 3300 i bambini non in regola con le vaccinazioni obbligatorie, i cui genitori non hanno presentato la documentazione obbligatoria relativa a poliomielite, difterite, tetano, epatite B, pertosse, Haemophilus influenzae B, morbillo, rosolia, parotite e varicella. Nei giorni scorsi la direttrice del Dipartimento, Ivana Simoncello, ha assicurato che l'Usl sta tenendo colloqui personalizzati con i genitori che manifestano dubbi, perplessità e contrarietà ai vaccini. La prossima scadenza sarà il 31 ottobre. Altrimenti può essere inviata un'email o una raccomandata ai centri vaccinali di quartiere (tutti gli indirizzi sono sempre sul sito Ats).

Inoltre: entro il 10 marzo 2018, nel caso in cui sia stata precedentemente presentata l'autocertificazione, deve essere presentata la documentazione comprovante l'avvenuta vaccinazione. A partire dall'anno scolastico 2019/2020, invece, si giungerà a una semplificazione degli adempimenti poichè gli istituti scolastici potranno contattare direttamente le ASL per verificare lo stato vaccinale degli studenti. Il Comune di Milano non ha predisposto nessun piano straordinario per disordini pubblici, ma è chiaro che i vigili sono pronti a entrare in azione in caso di bisogno. La ministra ha poi confermato che non ci saranno proroghe.

E' bene ricordare, nel frattempo, quelle che attualmente sono le vaccinazioni obbligatorie riservate ad alcune categorie di lavoratori.

La vaccinazione antitifica, così come quelle antiepatite virale A e B, antipoliomielitica, antitetanica, antimeningococcica, antirabbica e contro la febbre gialla possono essere indicate per i viaggiatori e per i lavoratori che si rechino all'estero in zone endemiche o comunque considerate a rischio. Il personale dell'istituto aveva già richiamato venerdì la donna, ricordandole l'obbligo di presentare l'autocertificazione.

Altre Notizie