Venerdì, 22 Settembre, 2017

Roma, Di Francesco: "Contro l'Inter sconfitta bruciante e immeritata. Nella sosta…"

Sampdoria-Roma Di Francesco predica calma “Ci serve tempo per lavorare” Di Francesco: "Giampaolo allenatore molto bravo, agli inizi presi spunto anche da lui"
Elettra Stolfi | 13 Settembre, 2017, 23:45

Ha avuto un problema con la lingua. In conferenza stampa il tecnico Di Francesco commenta le ultime news Roma.

SOSTA - "Come squadra abbiamo dovuto smaltire la sconfitta contro l'Inter". Sono rientrati molti giocatori, anche entusiasti per aver segnato, ma un po' stanchi. "Dobbiamo cercare di affrontare al meglio questa partita". Mi è venuta perfino la tentazione di pensare che non si trattasse di tifosi romanisti, ma purtroppo temo che non sia così. Il 4-3-1-2 ti permette di attaccare la porta in maniera centrale, c'è pericolosità sulle prime palle.

Similitudini con Giampaolo? "Squadra corta, determinati concetti simili".

Florenzi titolare. "Potrebbe essere schierato dall'inizio così come Bruno Peres, mi resta questo dubbio. Alessandro mi ha dato sensazioni positivi nella crescita".

De Rossi stanco. "Daniele non è più un ragazzino e i tempi di recupero servono sempre. Può essere uno di quelli che domani scende in campo dall'inizio". Sta assimilando il mio calcio e quello italiano. Poi abbiamo voluto prendere Schick sapendo che Defrel può ricoprire un ruolo esterno perché nasce come esterno. Magari è un difetto. Var? Non mi piace la sospensione, è come vedere la alla tv un thriller, da un momento all'altro può succedere qualcosa. "Ma è giusto andare avanti e non mi interessano le polemiche sull'arbitro".

Kolarov centrale. "So che ci ha giocato, ma non è il suo ruolo naturale, ora ci serve a sinistra poi in emergenza si può valutare". Se lo metto al centro, a sinistra chi metto? "Attualmente lo considero solo un terzino sinistro".

Totti allenatore. "Diciamo che questo amico di 41 anni è già entrato nello spogliatoio con la lavagna muovendo le pedine e gli ho detto 'ma cosa vuoi fare, l'allenatore al posto mio?'. Ma lui è molto intelligente". Perchè qui a Roma è di fondamentale importanza che l'allenatore abbia il supporto totale di dirigenza ma anche del proprio tifo, perchè rischia di trasformasi in un comodo capro espiatorio dietro cui rifugiarsi. "Mi infastidisce ma guardo a casa mia e non a casa degli altri".

Sull'attacco: " Schick ha avuto un piccolo problemino durante l'allenamento e non sarà disponibile domani. Ha un'ottima velocità di base e grande tecnica nonostante il fisico. Hanno vinto due gare anche soffrendo, sono stati bravi a reggere. "Il lavoro paga sempre".

GIOCO - "E' difficile dare un giudizio generale perché a Bergamo abbiamo affrontato una squadra aggressiva dove non abbiamo fatto un buon calcio ma abbiamo vinto". L'attaccante bosniaco non partità con la squadra per Genova perchè la moglie sta per partorire.

Edin Dzeko intanto sta per diventare di nuovo papà. Raggiungerà la Liguria domani insieme al presidente Pallotta.

Altre Notizie