Sabato, 18 Novembre, 2017

Il macaco fotografo che ha mandato in tilt le regole sul copyright

È finita la battaglia legale sul selfie del macaco Stati Uniti: il fotografo Slater vince la battaglia legale, a lui i diritti per i selfie del macaco
Zaira Scannapieco | 13 Settembre, 2017, 10:02

Wikimedia la attribuì al macaco e la pubblicò nella sezione di immagini libere da diritti per evitare di chiederli e pagarli Slater, che dal canto suo si oppose sostenendo che erano comunque suoi.

La vicenda dei diritti d'autore ha visto principalmente tre attori: da una parte Peta convinta che i diritti d'autore fossero dell'animale, Slater che riteneva fossero suoi e Wikipedia che ha pubblicato una copia della foto valutandone l'ineleggibilità del diritto d'autore, fatto che per al fotografo avrebbe cagionato un danno economico giacché, dal momento in cui Wikipedia ha caricato l'immagine sui propri server, nessuno è più stato disposto a pagare per averla.

Nel 2011 Slater si trovava in Indonesia. A forza di premere pulsanti, la scimmia ha scattato inconsapevolmente decine di foto tra cui il famoso selfie. Aveva lasciato la sua macchina fotografica incustodita e la scimmia, dopo essersene impossessata, scattò una serie di autoritratti. L'avvocato del gruppo animalista Jeff Kerr ha detto che il caso "ha generato una rilevante discussione in tutto il mondo sulla necessità di estendere diritti fondamentali agli animali per il loro benessere e non per in relazione allo sfruttamento che possono farne gli essere umani". L'associazione animalista ha dichiarato l'intento di usare l'eventuale risarcimento e i guadagni della foto per preservare i macachi.

Altre Notizie