Venerdì, 22 Settembre, 2017

TS - Milan, quanti nodi per Montella

Lazio vs Milan Milan, le scelte (e gli errori) di Montella per un'idea di squadra che non c'è
Elettra Stolfi | 12 Settembre, 2017, 14:05

Vincenzo Montella, allenatore del Milan, è intervenuto in conferenza stampa dopo la partita persa 4-1 contro la Lazio, ieri, allo stadio Olimpico e valida per la terza giornata di Serie A. Altro particolare importante: Montella ha voluto che prendessero la parole alcuni giocatori, Leonardo Bonucci su tutti. Non farei un dramma più di quello che è necessario. Voglio vedere la fame necessaria per giocare a certi livelli'. "Abbiamo analizzato la gara, abbiamo perso meritatamente e il problema più grande è che per quindici minuti abbiamo staccato completamente la spina". Questa è stata la più grossa lacuna. La mancanza di reazione? Veniamo da due mesi, forse più, in cui abbiamo fatto tantissimi acquisti e ricevendo tantissimi complimenti, di continuo. "Dobbiamo imparare a soffrire". Conta un po' anche la sostanza. Tempo che peraltro Montella non ha avuto in dosi industriali perché i preliminari di Europa League lo hanno costretto a lavorare sulla squadra mentre si preparavano delle partite ufficiali e, inoltre, gli acquisti sono arrivati alla spicciolata e non tutti assieme, prima del raduno.

Ci sono tanti elementi su cui avrei potuto fare di più. Devo farmi intendere di più sull'atteggiamento. "Romagnoli c'era, che è l'unico centrale difensivo mancino dei 6 che abbiamo in rosa e sicuramente era già era programmata la possibilità di riproporre la difesa a tre qualora ci fosse stata la possibilità di provarla in allenamento", ha concluso l'allenatore del Milan.

Sui possibili cambi di modulo il tecnico campano s'è dimostrato fatalista: "Dovremmo imparare ad essere polivalenti e a cambiare anche in corsa".

Altre Notizie