Domenica, 24 Settembre, 2017

Sarri prova l'undici anti-Shakhtar Chance per Milik e Diawara?

Dimaro 2017 seduta del 22 luglio Dimaro 2017 seduta del 22 luglio
Elettra Stolfi | 12 Settembre, 2017, 20:07

Terminata l'epopea dell'allenatore rumeno, durata dal 2004 al 2016, durante la quale ha conquistato otto campionati ucraini, sei coppe nazionali, sette supercoppe nazionali e l'edizione 2008-2009 dell'Europa League in finale contro il Werder Brema, lo Shakthar non è più la squadra temibile di un tempo, anche se il nuovo allenatore portoghese Paulo Fonseca è un tecnico che fa giocare bene le proprie squadre.

Oltre a questa scelta ancora incerta di Sarri, ”Il Mattino” mette i tifosi napoletani al corrente di altre possibili decisioni dellallenatore: “Hamsik verrà confermato, nonostante le difficoltà avute negli ultimi match; altra certezza è il brasiliano Allan; Albiol ritorna in campo dal primo minuto a sostituire laltro difensore, Chiriches, che si è provocato una lussazione alla spalla. Quante possibilità ci sono di passare il turno?

A un anno di distanza credo di essere cresciuto come calciatore. Comunque, conta molto di più il risultato di squadra che la mia eventuale presenza anche perché ci aspetta una partita fondamentale. "Dovremo scendere in campo con la mentalità di squadra e raggiungere l'obiettivo da squadra". Credo che rispetto all'anno scorso abbiamo avuto più solidità difensiva nei momenti di sofferenza, poi con le nostre qualità offensive ovviamente possiamo fare risultare. "Il silenzio stampa invece è stato voluto dalla società ed io da dipendente mi sono adeguato". "Io non decido chi viene in conferenza però decido la formazione", ha detto sorridendo. "Quando lo dicevo io ero semplicemente uno che si lamentava, oggi che lo dice Agnelli è così per tutti". Sarri e il suo staff hanno lavorato molto nelle ultime 48 ore: c'era da recuperare energie e trovarne di nuove per una trasferta Champions che non ammette alcuna sbavatura. "I loro giocatori offensivi hanno una qualità tecnica molto elevata". Per il momento, bisogna pensare partita dopo partita, valutazioni di questo di tipo vanno fatte a fine stagione. L'avversario di domani è forte, ha una rosa completa con giocatori completi, ma domani dobbiamo fare il nostro gioco col possesso palla e creare opportunità importanti. Non so se avrò la possibilità di giocare domani, ma non devo parlare di me stesso.

Come giocherà il Napoli domani sera in Champions contro lo Shakhtar Donetsk? "Posso assicurarvi che faremo di tutto per vincere domani". Sono tre giocatori che possono giocare insieme, vediamo. La prima gara è sempre condizionante: abbiamo preso la squadra più forte della quarta fascia, poi c'è il Manchester City che non ha bisogno di presentazione, ed infine c'è una squadra dal tasso tecnico elevatissimo come lo Shakhtar; è davvero un girone complesso.

Altre Notizie