Sabato, 18 Novembre, 2017

L'aceto balsamico di Modena diventa inglese

Acetum spa Acetum spa
Remigio Civitarese | 12 Settembre, 2017, 11:21

A dare notizia dell'acquisizione è la britannica Abf, Associated British Foods, un gruppo diversificato quotato al London Stock Exchange, annuncia di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione.

Cesare Mazzetti rimarrà presidente, così come Marco Bombarda direttore del business. Il completamento dell'operazione e' soggetto alla autorizzazione delle Autorita' Antitrust in Germania e in Austria. La produzione è destinata (meglio dire obbligata) a restare in Italia, e in Emilia in particolare, avendo ottenuto l'aceto prodotto l'indicazione geografica protetta da parte dell'Unione Europea. Le parole a commento dell'operazione rilasciate da Coldiretti in questo senso sono esaustive: "Ci auguriamo", dice Mauro Tonello, "che il cambiamento di proprietà da mani italiane a mani estere non significhi lo spostamento delle fonti di approvvigionamento della materia prima a danno dei coltivatori dell'Emilia-Romagna che offrono il prodotto agricolo di più alto standard qualitativo".

L'agroalimentare italiano continua dunque a passare in mani straniere.

Ora Abf, presente nel nostro Paese, già con la catena d'abbigliamento Primark e la panetteria Ab Mauri Italy, oltre che con il thé.

La produzione annuale dell'Aceto Balsamico di Modena IGP - ricorda Coldiretti Modena - nel 2016 ha superato i 94 milioni di litri, con il 92% del prodotto esportato in circa 120 Paesi di tutto il mondo. Oltre all'aceto balsamico, produce e vende glasse balsamiche e altri condimenti.

Altre Notizie