Sabato, 18 Novembre, 2017

CorSport - Fassone: "Felici dell'arrivo di Kalinic, Montella lo voleva fin dall'inizio"

Milan, Montella: “Troppi complimenti ci hanno distratto, abbiamo dormito poco e male” Brutto ko contro la Lazio, Montella: "Noi distratti dai complimenti"
Elettra Stolfi | 12 Settembre, 2017, 13:21

L'amministratore delegato rossonero rassicura i tifosi (e Montella) dopo la brutta sconfitta contro la Lazio e racconta un interessante aneddoto sull'acquisto di Bonucci. Queste le dichiarazioni di Marco Fassone: "Milan?".

Questa è la prima giornata di down della stagione, ma giocare subito ci aiuterà. Magari non di queste dimensioni. Nemmeno contro il Cagliari avevamo giocato bene, ma la vittoria era arrivata lo stesso.

"Su di lui - ha proseguito Fassone - siamo andati dritti per dritti anche se a me sembrava impossibile prenderlo".

L'obiettivo è la Champions League, vogliamo arrivarci per poi continuare a crescere e vincere. Non riuscirci, però, non sarebbe un dramma. Se arriveremo in Europa League non chiuderemmo baracca.

BONUCCI - "Mi è spiaciuto leggere critiche su Bonucci anziché su altri". Se cresciamo come squadra, possiamo dar fastidio a tutti. Vogliamo arrivare lontano e migliorare il nostro ranking. "Se da febbraio avremo un po' di fortuna nei sorteggi..." Raiola è l'agente di Donnarumma, ma anche di Bonaventura, Abate e altri giovani. Ammetto che è coerente, sin da aprile aveva espresso sfiducia nei confronti del progetto, vede il futuro del club come oscuro e nebuloso.

Nell'intervista rilasciata al Corriere dello Sport, Marco Fassone - tra i tanti argomenti trattati - ha parlato anche del suo passato interista. Bonucci è il capitano, è il leader, è un perno, ha una credibilità assoluta e totale, è un giocatore che dopo la partita di ieri ha deciso di metterci la faccia. Montella lo voleva fin dall'inizio e puntavamo su di lui. E invece al primo incontro con Marotta abbiamo trovato l'accordo in mezzora. L'anno prossimo non faremo rifondazioni: l'idea è quella di aggiungere 2-3 elementi e migliorarci dove ne avremo bisogno. "Faremo mercati importanti anche senza cessioni di spessore".

Milan, cosa ci aspetta dal prossimo calciomercato? Avrei potuto dire 99,9%, ma da manager devo sempre lasciare un minimo margine di dubbio. Spero di poter dire che saremo a posto al 100% nella primavera del 2018, forse addirittura a febbraio-marzo, con 6 mesi di anticipo sulla scadenza del debito con Elliott.

Altre Notizie