Sabato, 18 Novembre, 2017

Senzatetto occupa una casa per la notte: non punibile

Cassazione il senzatetto che entra in casa altrui non commette reato Senzatetto immigrato entra in una casa di notte: per la Cassazione non va punita
Irmina Pasquarelli | 10 Settembre, 2017, 16:14

Il proprietario che t'ha sparato?

La Cassazione intervenuta sulla vicenda, con la sentenza di cui sopra, senza alcuna esitazione ha sancito che il comportamento posto in essere dall'uomo non integra il reato in esame, in quanto trattasi di una situazione imprevedibile o imprevista non fronteggiabile con i mezzi ordinari, e non censurabile neppure con l'ordinanza sindacale invocata, avente invece ad oggetto delle mere finalità di pubblico interesse. Decisivo il fatto che l'uomo, privo di fissa dimora, abbia agito per avere un alloggio e ripararsi così dai rigori dell'inverno. La quinta sezione penale della Cassazione ha annullato senza rinvio la condanna a 3 mesi e 10 giorni di reclusione inflitta dalla Corte d'appello di Brescia a un clochard straniero che era stato accusato di essersi introdotto in un'abitazione di Desenzano del Garda. Detta imputazione, in secondo grado era stata poi riqualificata in "semplice" violazione di domicilio ed era stata disapplicata anche la recidiva, inizialmente contestata al clochard. La sentenza stabilisce che l'uomo non può essere punito per via delle "particolari circostanze di miseria e di emarginazione", che comportavano di conseguenza una "considerazione dei motivi a delinquere strettamente attinenti al reperimento di un alloggio notturno". Durante i mesi invernali si sente spesso parlare di #clochard che sono letteralmente morti di freddo in mezzo alle strade delle nostre città. A sorpresa, però, in Cassazione il 'senzatetto' viene ritenuto non punibile.

Altre Notizie