Venerdì, 22 Settembre, 2017

Rissa a Taormina. Sospese le licenze dei ristoranti coinvolti

Taormina. Arriva la sospensione delle licenze di pubblico servizio per i ristoratori coinvolti nella maxi rissa avvenuta nella serata del 28 agosto Taormina. Arriva la sospensione delle licenze di pubblico servizio per i ristoratori coinvolti nella maxi rissa avvenuta nella serata del 28 agosto
Carmela Zoppi | 10 Settembre, 2017, 15:22

Motivi di ordine e sicurezza pubblica: queste le ragioni che hanno portato il Questore di Messina, Mario Finocchiaro, a disporre la sospensione delle licenze ai locali "Gambero Rosso" e "Mamma Rosa" di Taormina, rispettivamente per 10 e 6 giorni.

Il 28 agosto scorso, a causa dei tentativi di accaparrarsi clienti per strada, tra i tavolini occupati dai turisti della meta mondiale del turismo siciliano e sede del G7 lo scorso maggio, è scoppiato il putiferio: prima un litigio verbale tra un uomo e una donna, poi lo spintone e quindi l'arrivo dei rinforzi con pugni, calci e urla.

Le indagini, immediate, avevano permesso ai poliziotti del commissariato del comune ionico di individuare velocemente i responsabili, ricostruire i fatti e denunciare sette persone per rissa. "La Questura mi ha assicurato che nei prossimi giorni interverrà in modo deciso".

I due ristoratori principali protagonisti della rissa, Santino Barbera e Cristian Aversa, hanno anche inviato al primo cittadino una nota in cui manifestano "profondo rammarico per quanto accaduto". Il nostro imbarazzo e la nostra mortificazione sono grandi, soprattutto per l'offesa recata alla comunità Taorminese, che del turismo massimamente vive, ed alle Istituzioni che la rappresentano, Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale. "Vogliamo pertanto porgere le nostre scuse ai cittadini di Taormina, alle associazioni e alle Forze dell'ordine assicurando che quello che quanto accaduto non avrà mai a ripetersi".

Questo articolo ha ricevuto commenti!

Altre Notizie