Sabato, 18 Novembre, 2017

L'annuncio di de Magistris: "Ad Avellino in campo con un candidato Dema"

Per governare una città ci vuole amore e passione. Anche Avellino ha bisogno di un po’ di Dema e noi ci candideremo la lezione di De Magistris L'annuncio di de Magistris: "Ad Avellino in campo con un candidato Dema"
Irmina Pasquarelli | 10 Settembre, 2017, 15:45

Un lungo e cordiale colloquio ha preceduto gli eventi celebrativi dei 240 anni di amicizia diplomatica tra la città di Napoli e la Federazione Russa. De Magistris non dimentica i suoi trascorsi da pubblico ministero: interrogato sul rapporto politica-magistratura, in particolare ad Avellino con le tante inchieste avviate da Rosario Cantelmo, dichiara: "Ne approfitto per salutare pubblicamente il Procuratore, di cui sono stato uditore giudiziario e sono tuttora grande estimatore".

Il primo cittadino di Napoli e l'alto diplomatico russo hanno discusso di vari temi soprattutto quelli riguardanti i rapporti tra Napoli e la Russia auspicandone il rafforzamento anche sul piano degli scambi commerciali e delle imprese e dell'incremento dei flussi turistici dei cittadini russi verso la nostra città. Il sindaco di Napoli è stato questa mattina ospite del Circolo della Stampa per per presentare il suo ultimo libro "La città ribelle", un racconto, corredato dai contributi di intellettuali come Erri De Luca e Maurizio De Giovanni, del cambiamento della città nei sei anni di governo di quello che dai più viene definito il sindaco Masaniello o il Salvini del Sud. "Credo che Napoli sia, ormai, un'eccellenza internazionale in tutti i campi della cultura".

Tutti questi cambiamenti sono stati possibili partendo da una base solida di "valori semplici, ma forti, come l'autonomia, il coraggio, l'onestà, la passione, i beni comuni e la democrazia partecipativa, si può migliorare anche senza soldi, ma anche una ribellione al sistema".

Sulla lotta alla mafia, il sindaco ha aggiunto: "Mi candiderò con questa idea di liberare il Paese da mafie e corruzione".

Infine la replica al segretario Regionale del Pd Assunta Tartaglione, che ieri aveva punzecchiato de Magistris ricordando che "mentre il Pd salva l'Eav in Regione, de Magistris affonda l'azienda trasporti napoletana". Invito Tartaglione e i deputati piuttosto che fare invettive o dire cose false, a fare critica costruttiva e, semmai, sostenere un po' i territori dai quali sono stati nominati, non eletti ricordiamocelo bene. "Tartaglione negli ultimi sei anni non l'ho mai vista". Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che nei giorni scorsi è stato alla mostra internazionale del cinema avendo modo di assistere alla proiezione de "La Gatta cenerentola" dei registi Alessandro Rak, Ivan Capiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone. "Un magistrato serio, onesto che può fare solo bene all'Irpinia". Perché non far venire i turisti per qualche giorno in queste zone così belle?

Altre Notizie