Venerdì, 24 Novembre, 2017

Vittorio Feltri: "Gli immigrati portano malattie che erano scomparse. E' un fatto"

Irmina Pasquarelli | 09 Settembre, 2017, 08:13

Per Vittorio Feltri, invece, il nesso c'è, eccome. Show a La Zanzara su Radio 24: "A me degli immigrati non fotte un ca***, li vedo solo dalla mia berlina".

"Noi di Libero non siamo impazziti e non facciamo dei titoli inventati e campati per aria". E portano anche le malattie, visto che anche i casi di tbc sono raddoppiati negli ultimi sei mesi. Il nostro quotidiano non si è limitato a dare la notizia ma l'ha anche interpretata a suo modo, cioè andando oltre i meri dati di cronaca.

"Queste malattie - dice Feltri - hanno ripreso a mietere vittime e quindi sostenere che portano malattie significa dire la verità, una verità che l'ipocrisia della sinistra in particolare cerca di diminuire e coprire". Ai microfoni de 'La Zanzara' Feltri ha espresso termini forti, per certi versi estremi e contrari senza dubbio a tutto ciò che ruota attorno all'integrazione. Come non li ho mai visti io. La raccontiamo per quello che è, punto e chiuso. Soffermandosi sul titolo di un articolo recentemente pubblicato su Libero, 'Dopo la miseria, portano le malattie', il direttore editoriale di Libero ha puntualizzato: 'E' un titolo fattuale, riflette la realtà. Poi l'affondo finale in tema di immigrazione, commento 'pruriginoso' che sicuramente avrà fatto indispettire anche i siciliani: 'Chi è quel coglione che va nel Burkina Faso? Gli africani non lavorano, per questo vivono nella merda. "Io non vado neanche in Sicilia e ti pare che vado in Burkina Faso?". Anche il conduttore della trasmissione, David Parenzo, è rimasto perplesso, sottolineando che non sussiste alcun legame tra la morte della ragazzina di Trento e le due minorenni del Burkina Faso.

Nessuno, dunque, vedrà mai Vittorio Feltri in Africa, almeno stando alle sue recenti dichiarazioni.

Altre Notizie