Venerdì, 22 Settembre, 2017

Carige, Bastianini firma la lettera di dimissioni

Remigio Civitarese | 09 Settembre, 2017, 03:08

Cda di Banca Carige oggi.

Malacalza Investimenti, società finanziaria riconducibile a Vittorio Malacalza, vicepresidente di Banca Carige, ha chiesto che l'operazione di aumento di capitale di Carige da 500 milioni di euro avvenga esclusivamente con diritto di opzione agli azionisti.

Il consiglio di amministrazione dell'istituto di credito genovese, riunito in vista dell'approvazione formale del piano industriale il 13 settembre (sarà presentato agli analisti il giorno successivo) ha esaminato i punti principali della nuova strategia per il rilancio della banca, firmata dall'amministratore delegato, Paolo Fiorentino. "Banca Carige informa che il Dott".

A fine maggio, dunque, una lettera della Malacalza Investimenti ha chiesto al cda di votare la sfiducia a Bastianini. "La motivazione è che" non sussistono più le condizioni per svolgere l'incarico". La permanenza di Bastianini in cda aveva permesso a Volpi di rimpiazzare solo uno dei dimissionari, al cui posto è andata Maria Luisa Pasotti.

Intanto, in attesa dell'assemblea del prossimo 28 settembre gli azionisti preparano le loro mosse. Sempre nei giorni scorsi, si è registrata anche una divergenza di vedute fra Malacalza Investimenti e il board di Carige.

La proposta del cda prevede di aumentare il capitale con diritto d'opzione "o in subordine in via inscindibile e/o con esclusione o limitazione del diritto di opzione".

Altre Notizie