Sabato, 23 Settembre, 2017

Ubriaco e al cellulare tampona e uccide giovane: arrestato VIDEO

Tampona e uccide un 31enne: era ubriaco e al telefono, andrà in carcere Incidente al semaforo, morto 31enne: l'investitore aveva bevuto ed era al cellulare
Rufina Vignone | 12 Agosto, 2017, 21:34

L'automobilista di origine peruviana ha già un precedente per guida in stato d'ebbrezza con conseguente ritiro della patente.

Arrivano nuovi particolari sull'incidente che è costato la vita a un giovane avvocato nella periferia di Milano. L'impatto è stato violentissimo: la Mini è stata scaraventata a una cinquantina di metri di distanza, con la parte posteriore distrutta e irriconoscibile. La vittima invece è un avvocato 31enne, che con la sua auto era fermo al semaforo rosso, in una Milano svuotata dalla pausa estiva. È in questo modo che a Milano un uomo di 34 anni ha travolto un'automobile al semaforo, uccidendo il guidatore. All'improvviso la seconda auto, che pare viaggiasse a velocità sostenuta, l'ha travolta: il conducente della Mini è morto sul colpo per le gravi ferite riportate. Il pm, Sara Arduini, ha chiesto per lui la convalida dell'arresto e la custodia cautelare in carcere. Il professionista, Luca Andrea Latella, laurea in Bocconi, legale all'Eni, è morto per le gravi ferite riportate nell'urto. L'uomo fermato dalle forze dell'ordine un peruviano di 34 anni che era alla guida ubriaco e al cellulare era già noto alle forze dell'ordine perchè già in precedenza fermato per guida in stato di ebrezza. Inutili i soccorsi per il giovane Luca, mentre il peruviano è stato portato in ospedale per accertamenti e poi in carcere a San Vittore.

Altre Notizie