Martedì, 26 Settembre, 2017

Omicidio Ruggiero: arrestato presunto complice, forni' arma al killer

Omicidio Aversa arrestato napoletano per concorso in omicidio Omicidio Ruggiero, Ciro Guarente sospeso dal servizio
Rufina Vignone | 12 Agosto, 2017, 03:12

La Procura di Aversa sta cercando di identificare eventuali complici dell'ex militare e stanno sentendo di continuo amici, parenti, conoscenti, familiari di Guarente, della trans Heven Grimaldi (fidanzata di Ciro) e dello stesso Vincenzo, che sarebbe stato ucciso e massacrato per motivi di gelosia.

E' stato arrestato Francesco De Turris, 51 anni di Ponticelli, ritenuto complice dell'assassino. Le indagini, eseguite dai carabinieri di Aversa, diretti dal maggiore Antonio Forte e dal tenente Flavio Annunziata, configurano i reati di detenzione, porto e cessione abusiva di armi. Adesso resta da capire per quale motivo il pregiudicato abbia aiutato Ciro Guarente. Poi, messo alle strette da indizi e prove ha ceduto. Non si è limitato a fare solo il nome, l'ex della Marina Militare ha detto anche altro: De Turris ha procurato l'arma all'assassino, gli ha consigliato una 7,65 per non sbagliare anziché una calibro 22 come inizialmente chiesto da Guarente.

Gli inquirenti hanno iniziato a sospettare del De Turris dopo aver notato l'intenso traffico telefonico che era intercorso tra lui e Guarente nei giorni precedenti l'omicidio.

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Vincenzo Ruggiero. Arrestato il complice: è Francesco De Turris Omicidio di Vincenzo Ruggiero.

Altre Notizie