Lunedi, 20 Novembre, 2017

Neymar, pres. Barcellona: "Segnalazione alla Uefa"

Neymar fa causa al Barcellona per 26 mln di bonus Bartomeu annuncia: 'Abbiamo denunciato Neymar ed il PSG alla Uefa'
Elettra Stolfi | 12 Agosto, 2017, 16:15

Il trasferimento di Neymar al Paris Saint Germain sembra destinato a far discutere ancora a lungo: oltre ad aver polverizzato il record di acquisto più caro della storia del calcio, l'affare è nell'occhio del ciclone per le modalità di pagamento della clausola messe in atto dai parigini, che hanno scatenato le reazioni sia della Federazione Spagnola, che sembra non voler accettare il versamento dei francesi, sia del Barcellona stesso, intenzionato a denunciare il PSG per aver raggirato le norme del Fair Play Finanziario.

Sono parole di un presidente "ferito" dal comportamento del calciatore brasiliano, che nel frattempo è già approdato a Parigi. Il suo comportamento non è stato dei migliori, un giocatore del Barcellona non dovrebbe comportarsi così. "Ci sono state irregolarità di forma, il nostro club è diverso". La decisione è sua, nonostante noi abbiamo fatto tutto il possibile per farlo rimanere. "Se Neymar fosse rimasto avremmo mantenuto un giocatore eccezionale e avremmo avuto la garanzia che avrebbe firmato". Sempre agendo con responsabilità dobbiamo rispettare la sua decisione. Tutto ha un limite e nessuno può stare sopra al club. "Neymar ha scelto di andare via, ma le forme non sono state corrette, lo abbiamo segnalato alla Uefa", annuncia Josep Maria Bartomeu, presidente del Barcellona, parlando per la prima volta dopo la cessione del brasiliano. "Adesso stiamo lavorando per cercare i suoi sostituti".

"Amministreremo i 222 milioni della clausola con rigore, oculatezza e serenità". Niente più 'MSN'? Quest'anno non parleremo di tridente, parleremo di squadra.

Altre Notizie